Al via ad Assisi il XV meeting internazionale sulla fisiologia e le patologie del muscolo

ASSISI – Si tiene per la terza volta consecutiva ad Assisi, da oggi, 11 ottobre fino al 14, il meeting internazionale dell’IIM (Istituto Interuniversitario di Miologia), un’istituzione che coinvolge università e centri di ricerca italiani ed europei che si occupano dello studio della fisiologia e delle patologie del muscolo scheletrico.

Circa centotrenta ricercatori da tutta Italia, Europa e oltreoceano, si ritroveranno presso l’hotel Il Cenacolo di Assisi ad esporre i più recenti risultati delle proprie ricerche e a scambiarsi esperienze in un clima fortemente stimolante ad alto contenuto scientifico in cui molto spazio viene dato a giovani laureati, dottorandi e assegnisti di ricerca.

L’edizione 2018 del meeting IIM ospiterà numerosi contributi scientifici che verranno presentati sotto forma di 37 comunicazioni orali e 42 poster. Saranno inoltre presenti 4 letture magistrali tenute da ricercatori di particolare spessore scientifico e di fama internazionale: Nenad Bursac (Duke University-USA), Paolo Sassone-Corsi (California University Irvine-USA), Carmine Settembre (TIGEM-Italia) e Shahragim Tajbakhsh (Istituto Pasteur-Francia). L’apertura del meeting sarà a cura del prof. Giorgio Fanò Illic (Libera Università di Alcatraz-Italia), già docente di fisiologia all’Università di Perugia, cofondatore e memoria storica dell’IIMI.

I giovani ricercatori saranno coinvolti in 3 tavole rotonde coordinate a loro dedicate sui temi della rigenerazione muscolare e ingegneria tissutale, del metabolismo, esercizio fisico e vie di segnalazione nell’atrofia muscolare, e delle distrofie muscolari. Durante il meeting verranno affrontate tutte le tematiche relative al muscolo, dalla biofisica, genetica ed epigenetica alle cellule staminali e rigenerazione muscolare, dall’atrofia muscolare alla nutrizione e all’esercizio fisico, fino a trattare degli approcci terapeutici per le principali patologie che colpiscono il muscolo scheletrico, con particolare riferimento alle distrofie. Al termine del meeting, saranno premiati i giovani ricercatori autori delle due migliori comunicazioni orali e dei due migliori poster.

“Il meeting IIM sta crescendo di anno in anno grazie anche all’attenzione mostrata dagli enti e dalle istituzioni del nostro territorio, il quale rappresenta un valore aggiunto per la ricchezza storica e paesaggistica del luogo in cui il meeting si svolge” dice il prof. Guglielmo Sorci, docente di Anatomia Umana del Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’ateneo perugino e organizzatore locale. “Il successo del meeting è frutto alla stretta collaborazione tra i colleghi del comitato scientifico dell’IIM coordinati dal loro direttore Davide Gabellini (Istituto San Raffaele-Milano) nel dar vita a un evento estremamente interessante dal punto di vista scientifico e all’insegna della partecipazione attiva dei giovani ricercatori”.

“La Città di Assisi ospita per il terzo anno consecutivo un convegno internazionale del calibro del meeting internazionale dell’Istituto Interuniversitario di Miologia” ha affermato il sindaco di Assisi Stefania Proietti “con una partecipazione sempre più ampia e qualificata. Ciò significa che Assisi si può qualificare come Città che sa accogliere la scienza e essere contesto per ospitare i protagonisti della ricerca in settori importanti della medicina”.

Il programma del meeting prevede anche una visita guidata alla villa dei mosaici di Spello, con cena romana nelle sale del palazzo comunale. Il meeting è supportato da Regione Umbria, Comune di Assisi, Comune di Spello, Università di Perugia, Università di Chieti-Pescara, Italfarmaco, dalle associazioni AFM-Téléthon e Parent Project onlus, e dalle ditte Unimed Scientifica, Aurogene, Prodotti Gianni, Microtech e birrificio DieciNove. Porteranno i saluti all’avvio dei lavori, giovedì 11 ottobre, il delegato del rettore dell’Università di Perugia Massimiliano Marianelli, il direttore del Dipartimento di Medicina Sperimentale Vincenzo Talesa, il sindaco di Assisi Proietti e il sindaco di Spello Landrini.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta