Assisi, sul caso antenna interviene Ricci

ASSISI – Da diverse settimana oramai la questione dell’istallazione, a Santa Maria degli Angeli, dell’antenna radiomobile scuote la politica locale. Contro l’istallazione si è costituito un comitato di cittadini e –come sempre accade in queste occasioni- consiglieri, gruppi politici e candidati alle imminenti amministrative hanno esternato e ribadito più volte la loro posizione. Non vi è dubbio che il caso abbia creato difficoltà al sindaco facente funzioni Antonio Lunghi che tuttavia, a riguardo, ha fermato i lavori e convocato un’assemblea pubblica. Sul tema ci sono state molte polemiche, sono state depositate le firme di molti cittadini contrari all’istallazione (si parla di 1300), si è fatta una manifestazione di protesta e si è fatto appello alla Soprintendenza. Insomma, come si può immaginare, molte posizioni sono mutate o parzialmente mutate rispetto alle decisioni prese anni addietro e di fatto sul “NO ALL’ANTENNA” si sono trovati d’accordo personaggi politici che –diversamente – avrebbero difficilmente avuto posizioni vicine. A tutto questo si aggiunge ora la voce di Claudio Ricci (ex sindaco ora consigliere regionale) che pur confermando «la piena fiducia nell’attuale amministrazione comunale di Assisi» cui spetta la «decisione conclusiva» ricorda agli amministratori attuali che in passato «spesso abbiamo modificato decisioni assunte». Suggerendo quindi «che si possa valutare “tecnicamente” uno spostamento». Poiché, sostiene Ricci, cambiare decisione «su consiglio e sollecitazione di cittadini» alla fine «migliora il risultato e ci conforma alla costante ricerca del bene comune».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.