Bilancio Città di Castello, Lignani Marchesani chiede un confronto preventivo per valutare gli effetti del taglio del fondo Imu – Tasi

CITTA’ DI CASTELLO – Il capogruppo di Fratelli d’Italia Andrea Lignani Marchesani chiede al sindaco Luciano Bacchetta e alla giunta un confronto preventivo sul bilancio 2019 per “verificare  la possibilità di trovare soluzioni alternative all’attivazione della leva fiscale, alla riduzione dei servizi e all’aumento del costo degli stessi” che si prospetterebbero a causa della contrazione del fondo Imu-Tasi attuata dal Governo. Lo fa con una interpellanza nella quale sottopone l’esigenza di convocare “apposite riunioni istituzionali in commissione Programmazione Economica al fine di prevedere un indirizzo preventivo al prossimo bilancio comunale”. Nel premettere che il “fondo statale Imu-Tasi è stato fortemente contratto per il 2019, con una riduzione di 229.2290 euro per il Comune tifernate” e che “il Governo attraverso suoi autorevoli rappresentanti ha recentemente espresso la volontà di reicrementare il fondo sottraendo risorse al cosiddetto reddito di cittadinanza”, il consigliere di minoranza ritiene “necessario monitorare queste dichiarazioni per affrontare con dati certi la manovra di bilancio e gli effetti che dette annunciate modifiche avranno sulla consistenza del taglio”. “Invece di fare proclami di propaganda politica – afferma Lignani – è opportuno un serio confronto finalizzato ad un indirizzo istituzionale per il prossimo bilancio preventivo”.
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta