Città di Castello, all’Unitre 150 nuovi iscritti

CITTÀ’ DI CASTELLO – Centocinquanta nuove adesioni quest’anno, per un totale di iscrizioni che ha raggiunto le 628 unità, e un’attività che è cresciuta in ampiezza e varietà, andando a intercettare nuovi interessi e opportunità, come l’inedito laboratorio teatrale con due rappresentazioni programmate per la prima volta ad aprile 2018 al Teatro degli Illuminati.

Con la presidente Nadia Marconi e il vice presidente Flavio Bravi l’Unitre di Città di Castello ha presentato stamattina in conferenza stampa il bilancio del lavoro svolto nel 2017 e la programmazione 2018, accogliendo nella sede della Casa Verde di via Martiri della Libertà il sindaco Luciano Bacchetta e l’assessore al Sociale Luciana Bassini. “Numero di iscritti, quantità e qualità dell’attività parlano da soli e ci riempiono di soddisfazione – hanno sottolineato Bacchetta e Bassini – perché testimoniano la grandissima crescita di questa associazione, che svolge un ruolo culturale e sociale di assoluto rilievo nella nostra comunità, al quale come amministrazione comunale teniamo molto, come dimostra la sede ampia e prestigiosa che abbiamo messo a disposizione e l’attenzione costante a supporto delle iniziative del sodalizio”. Sono le donne, con 485 unità, a caratterizzare una platea di frequentatori dell’Unitre che annovera anche 143 uomini, con 139 iscritti sotto i 65 anni (120 donne e 19 uomini), 178 tra 65 e 69 anni (131 donne e 47 uomini), 114 tra 70 e 74 anni (93 donne e 21 uomini), 193 tra 75 e 89 anni (138 donne e 55 uomini) e quattro ultranovantenni (tre donne e un uomo). Nell’anno accademico 2016-2017 sono stati promossi 38 corsi con 37 insegnanti diversi, dallo sport all’informatica, per 649 lezioni e oltre 9 mila presenze, mentre le 24 “Lezioni del Giovedì” hanno ottenuto oltre 1.800 presenze, con una media di 75 partecipanti. Insieme agli abbonamenti al Teatro Lyrick di Assisi e al Teatro degli Illuminati di Città di Castello l’attività culturale ha avuto i momenti più importanti con le sette visite a città d’arte e mostre, che hanno fatto registrare 715 presenze, cui sono aggiunti sette soggiorni al mare e in montagna, due escursioni e due conviviali. “Offriamo prima di tutto la possibilità di stare bene insieme, attraverso opportunità di formazione e conoscenza, soggiorni ed esperienze finalizzati a valorizzare le sensibilità, le competenze e gli interessi dei nostri iscritti, che sono in aumento e che per il crescente livello culturale ci impongono scelte in grado di soddisfare una domanda di iniziative sempre più qualificata e articolata”, ha spiegato la presidente Marconi, che insieme al vice presidente Bravi ha ringraziato per il lavoro svolto lo storico presidente Paolo Bruschi, ora presidente onorario, e ha sottolineato “la volontà di aprire ancor di più l’attività del sodalizio alle istituzioni della città e alle altre associazioni di volontariato tifernati, cercando di avviare anche scambi con le Unitre della Penisola, alla ricerca di ulteriori possibilità di conoscenza e crescita”. Con Marconi e Bravi sono stati chiamati a lavorare nel nuovo consiglio direttivo dell’Unitre la vice presidente Tina Radicati, la direttrice dei corsi Anna Maria Ghigi, la segretaria Rita Volpi, il tesoriere Antonio Pieroni, i consiglieri Enrica Barracchia, Sergio Bianchini, Alvaro Morini e Corrado Pieracci, i rappresentanti associati dei corsisti Rita Francoia e Iolanda Bettacchioli, mentre il Collegio dei revisori dei conti è formato dal presidente Giuseppe Romeggini e dai membri effettivi Luciana Dottori e Augusto Fiorelli. “La nostra attività si connoterà per la progettualità al servizio degli adulti, andando a stabilire con la comunità tifernate ponti intergenerazionali costanti e saldi, nello spirito dell’Università delle ‘Tre età’ con il quale intendiamo qualificare la nostra presenza sul territorio”, ha puntualizzato Marconi nel citare la recente partecipazione con 30 iscritti al progetto della Regione Umbria “Interconnessioni” insieme agli studenti dell’Istituto Baldelli Patrizi Cavallotti e il progetto con il Centro delle Tradizioni Popolari svolto insieme ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado. Per l’anno accademico 2017-2018 sono stati programmati oltre 20 tipologie di corsi: educazione motoria con il docente Luciano Capaccioni; yoga con Thea Benedetti; Acqua-gym presso le piscine comunali con gli istruttori di Polisport; progetto Gaia Benessere-Tecniche di lavoro sul corpo, energetica, respirazione, con Florinda Pedone e Marcella Tofanelli; il progetto teatro con il coordinatore Alvaro Morini; attività fisica adattata per le lombalgie (AFA) con Maria Assunta Giulietti; Tai-chi con Giorgio Maderna; avviamento al Pilates con Giorgio Galli; letteratura italiana e straniera con Anna Maria Ghigi; storia greco-romana con Anna Maria Ambrosi; curiosando sulla filosofia con Venanzio Nocchi; club della lettura con Teresa Gambuli; storia dell’arte con Sergio Bianchini; inglese primo, secondo e terzo livello con Lizelle Geldenhuys; informatica con due corsi coordinati da Flavio Bravi e Corrado Pieracci; musica con Aldo Benedetti; disegno e pittura con Sergio Bianchini; “Ago, filo, fantasia” con Giuseppina Ciutti; Grafologia con Flavio Bravi; potatura di ulivi e viti con Flavio Bravi; fotografia con Pina Petricci; episodi e personaggi della Bibbia, con Romanella Gentili Bistoni e Marcella Monicchi Tettamanti.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>