Giornale dell’Umbria, giornalisti e poligrafici sfiduciano il direttore

PERUGIA – I giornalisti e i poligrafici del Giornale dell’Umbria hanno sfiduciato il direttore Luigi Camilloni. Un segnale forte, arrivato alla fine di un’assemblea convocata “a seguito delle ultime e formali comunicazioni dell’azienda al comitato di redazione sulla grave situazione economico finanziaria del Giornale dell’Umbria.

La nota che esce a fine assemblea è particolarmente dura: “Il corpo redazionale – dice il Cdr -, di fronte al persistere di una situazione di grave difficoltà organizzativa quotidiana, di carichi di lavoro che violano il contratto di solidarietà in essere e di nuove iniziative editoriali che non rispondono ad una richiesta di mercato ma che incidono in maniera pesante sulla tenuta economica del giornale, si dissocia dalle scelte del direttore, dottor Luigi Camilloni, non riconoscendosi più nel prodotto editoriale che arriva in edicola e per questo ha votato favorevolmente la sfiducia al medesimo”.

L’assemblea ha deciso anche di aggiungere al pacchetto di cinque giorni di sciopero, altri sei, dando mandato al Cdr di invidiare le date previste per gli scioperi senza ulteriori passaggi assembleari.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.