Gualdo Tadino, dal Brasile scrivono al sindaco per ricevere una maglia del Gualdo Casacastalda

GUALDO TADINO – L’amore per la propria terra spesso travalica i confini continentali. Ne ha avuto prova il sindaco Massimiliano Presciutti, che ha ricevuto una mail direttamente dal Brasile per chiedere una maglia della squadra del Gualdo Casacastalda. Una richiesta che, grazie al dg e’ diventata realtà. A scrivere al sindaco era stata la mamma di un piccolo tifoso del Brasile. La missiva, firmata Sto arrivando! Marianna Santos, esprimeva tutto l’amore per la sua città natale.

“Prima di tutto – scriveva – voglio ringraziarvi per tutti i vostri sforzi ed il lavoro svolto per la città. Lavorare con dedizione, determinazione e in piena trasparenza. In cerca di sviluppo della città, con progetti di modernità, solida e sostenibile, abilitazione e democratizzare l’accesso per tutti ad una migliore qualità della vita. Sono molto orgogliosa di essere nata a Gualdo Tadino. Mi manca questa bellissima e affascinante città. Ma a causa di difficoltà finanziarie ho dovuto muoversi lungo con mio figlio (Raffaello) a Piatã (stato di Bahia, Brasile), dove la famiglia risiede.
Il secondo desiderio spero di realizzare con l’aiuto del Signore. Da un po’ sto guardando la tua lotta per la nostra città, e solo ti lodo. Ma la ragione principale di questa lettera è la realizzazione di un vecchio sogno, perché il 31 ottobre mio figlio completerà 15 anni. E per me è un momento molto speciale. Per lui è molto speciale. Sempre lotto per dare una vita molto migliore per il mio caro Raffaello. Ma la grande difficoltà in questo momento è la situazione finanziaria, perché io sono disoccupata.
Pertanto, chiedo le chiedo aiuto con l’invio di una maglietta ufficiale e pantaloncini ufficiale da Associazione Sportiva Gualdo Casacastalda taglia L) Poste Italiane per Internazionale registrata da dare a mio figlio, che è sempre stato molto appassionato di questo club.
E ‘un ragazzo molto laborioso, con ottimi voti al liceo, un eccellente figlio, dedicato, premuroso, compagno e meritevole di tutto il mio affetto. Ho grande fiducia nel Signore, per realizzare quel sogno. Sto pregando per la realizzazione di questa grande fede e avrò un futuro più felice, per la felicità di mio figlio è tutto per me”.

Un appello che non poteva rimanere inascoltato. Il sindaco ha quindi coinvolto il dg della squadra, che ha immediatamente provveduto ad accontentare il piccolo tifoso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.