Gubbio, al Mazzatinti c’è la “Settimana Pnnd 2019 – Piano nazionale per la scuola digitale

GUBBIO – Molte le iniziative dedicate alla Settimana della Scuola Digitale 2019, organizzate dall’istituzione scolastica, promosse dall’animatore digitale prof.ssa Adriana Polidori affiancata dal gruppo di lavoro per l’innovazione tecnologica.

La scuola partecipa al “Concorso #ilmioPNSD” 2019. La Documentazione della buona pratica consisterà nella produzione di un Video di max 3 minuti, che dovrà essere caricato su file hosting interni/esterni alla scuola e liberamente accessibile dal Ministero della Pubblica Istruzione (MIUR)

Del resto, il Liceo G.Mazzatinti di Gubbio,  è unico in Italia per la presenza capillare di ambienti d’apprendimento altamente innovativi, con Smart Tv e iPad nelle aule e un account G Suite personale per tutti (docenti, personale ATA e studenti).

Nel nostro Polo liceale, inoltre, sono stati organizzati, già dallo scorso anno, diversi corsi di aggiornamento per docenti/Ata, sia in presenza che in rete (con tutorial in G Suite e nel canale Youtube dell’Istituto) sulle nuove tecnologie e su software di spessore didattico-formativo e logistico, anche in collaborazione con l’Università di Perugia, EE.LL., Imprese eugubine (Colacem Spa) e tramite i fondi PON.

Ed è in corso di attivazione uno sportello con un facilitatore digitale (tecnico e/o team digitale), per assistenza a studenti e docenti nell’uso didattico delle nuove tecnologie.

Le due sedi del Liceo, poi, hanno caratterizzato il loro lavoro di questa settimana, elaborando delle progettualità specifiche, così nella sede Arboreto (artistico, scientifico e sportivo) sta lavorando a pieno ritmo il Laboratorio di Informatica e Robotica, in orario scolastico, per la costruzione di libri digitali, multimediali ed interattivi nell’ambito delle attività connesse al Coding ed alla robotica.

La sede di piazzale Leopardi sta concludendo la serie di incontri per gli studenti del biennio  sull’uso guidato di G Suite e di APP per gli studenti del primo biennio e la preparazione di un Flash mob per sensibilizzare la cittadinanza e gli studenti sull’impatto della rivoluzione digitale nella vita quotidiana contemporanea.