Gubbio, continua con successo la mostra di Ramous a Palazzo Ducale

GUBBIO – Continua con successo al Palazzo Ducale di Gubbio la retrospettiva di Carlo Ramous (1926-2003), artista milanese che con la città umbra ebbe un lungo e intenso rapporto. Nel 1963 alla II Biennale eugubina d’arte del metallo Ramous propose Personaggio e due anni dopo ricevette il massimo riconoscimento con Avvenimento n.1, attualmente nella sezione d’arte contemporanea di Palazzo Ducale. Nel 1987 Gubbio lo celebrò con Omaggio a Ramous e oggi, a trent’anni da quella mostra e a oltre cinquanta dall’esordio eugubino, gli è stata dedicata una mostra sostenuta dal Polo Museale dell’Umbria, dal Comune di Gubbio e dalla famiglia Patscheider che ha messo a disposizione oltre trenta opere, tra cui una scultura di grandi dimensioni installata nel giardino pensile della residenza rinascimentale. Nelle sale del “Voltone” sono esposti bronzi e bozzetti realizzati in prevalenza tra gli anni Sessanta e Ottanta. L’esposizione rimarrà aperta fino al 7 gennaio del 2018. In concomitanza con l’evento eugubino, la Triennale di Milano ha proposto la mostra “Carlo Ramous, scultura, architettura, città” (a cura di Fuvio Irace e Luca Pietro Nicoletti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.