Gubbio, convenzione Arbitri – Comune per l’uso dei locali di via Paruccini

GUBBIO – E’ stata siglata questa mattina la convenzione tra il Comune e la “Sezione Associazione Italiana Arbitri di Gubbio”, per la concessione in comodato gratuito di alcuni locali presso l’edificio di proprietà comunale in via Paruccini, ingresso in Via Rousseau, già in uso come sede dell’associazione stessa. La stipula dell’atto si è resa necessaria dopo la naturale scadenza di quello stipulato a suo tempo tra l’AIA di Gubbio e la Provincia di Perugia, che aveva ricevuto in uso l’edificio. «Formalizziamo uno stato di fatto – ha commentato l’assessore Gabriele Damiani – ma in realtà il significato va ben oltre, per regolarizzare l’operato significativo dell’associazione, presidio di legalità e trasparenza, un ruolo fondamentale, difficile e delicato soprattutto per i tempi che viviamo anche nel mondo dello sport ». Anche il sindaco Filippo Mario Stirati ha sottolineato il ruolo svolto dall’AIA sezione Gubbio: « E’ un nostro ‘modus operandi’ quello di riconoscere e valorizzare l’apporto fondamentale delle associazioni di volontariato, dalle quali riceviamo impegno e anche indicazioni e suggerimenti fondamentali. Anche in questo caso, parliamo di una realtà portatrice di valori non solo sportivi ma etici a garanzia del territorio e della sana competizione nonché di promozione sociale, e pertanto di indiscussa valenza per l’intera collettività ». Il presidente dell’AIA sezione Gubbio Andrea Pannacci, dopo aver ringraziato l’amministrzione per la sensibilità e la disponibilità dimostrate, ha ribadito: « Diamo forma e dignità ad una situazione consolidata e ne trarranno beneficio non solo i nostri circa 100 associati ma la stessa amministrazione sarà indicata presso le 200 sezioni nazionali e i 20 comitati regionali come esempio da seguire nel suo operato, e metteremo a disposizione della comunità i nostri prestigiosi ospiti ». La stipula della convenzione stabilisce la concessione dei locali come sede dell’associazione per 6 anni, rinnovabili. Le spese di gestione e le utenze nonché eventuali spese di natura condominiale e di manutenzione ordinaria dell’immobile sono a carico dell’associazione.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail