Gubbio, ricevuto in Comune il presidente dell’Associazione italiana Città della Ceramica

GUBBIO – E’ stato ricevuto in Comune  dal sindaco e dall’assessore al turismo,  il presidente dell’ AICC – Associazione Italiana Città della Ceramica  Massimo Isola, per  un confronto sulla programmazione di iniziative e strategie  finalizzate al rilancio della ceramica, anche in vista della giornata del 20 maggio dedicata all’edizione nazionale ‘BUONGIORNO CERAMICA!’,  che coinvolgerà i 37 Comuni  aderenti, tra i quali Gubbio.  « Siamo fortemente motivati a  sostenere  un settore dell’artigianato così importante  –  ha dichiarato il presidente Isola – che si aggancia al turismo e alla cultura e può costruire un’identità nazionale spendibile in varie declinazioni.  In tal senso,  stiamo lavorando  in sinergia con i Fai e il Touring, e  inoltre  la giornata del 20 maggio  si svolgerà in contemporanea anche  in altri  Paesi Europei come Germania, Francia Austria.  Inoltre,  partirà entro il 2018 un nuovo portale finanziato dal Ministero che si chiamerà ‘Mater Ceramica’ e che accoglierà questa straordinaria esperienza che collega come una ‘dorsale creativa’ tutta l’Italia. Non ci nascondiamo i problemi,  legati soprattutto alla formazione e alla trasmissione dei saperi, a cui ha cercato di dare risposta un corso che si tiene a Faenza, ma è troppo limitato per soddisfare le esigenze. Ciò che è prioritario è ricostruire un tessuto all’interno di quelli che oggi si chiamano Licei Artistici ».  Il sindaco ha sottolineato come Gubbio ha una tradizione di ‘aristocrazia ceramica’ che rappresenta una base di eccezionale valore ma è necessario ridare vitalità e aprirsi alle nuove sfide anche collegandole alla ricerca  del design:  « Ci stiamo muovendo  in sinergia con i Comuni umbri di Gualdo Tadino, Deruta e Orvieto  per elaborare  itinerari e percorsi all’interno delle botteghe e dei centri storici. Stiamo lavorando  con il  tavolo delle  ‘Aree Interne’  per elaborare strategie di rilancio  con lo slogan  ‘Saperi – Saper fare – Sapori’,  per legare  lo sviluppo del territorio ricco di storia e tradizioni, della conoscenza e delle abilità,  anche  ai  prodotti dell’eno-gastronomia ».  Dal canto suo, l’assessore al turismo ha ribadito l’importanza di una visione nuova del ruolo dell’artigiano,  che collega la produzione dei manufatti  di qualità  all’offerta di esperienze per appassionati:  «Per  fidelizzare  i visitatori  del terzo millennio, occorre creare una linea di prodotto, che oltre al godimento delle bellezze del territorio,  unisce la possibilità di esperienze emozionali, oggi particolarmente richieste ».

Un reciproco scambio di doni rigorosamente in terracotta ha concluso il cordiale incontro, che apre la strada a future, intense collaborazioni.  Ricordiamo che la  AICC – Associazione Italiana Città della Ceramica  è nata nel 1999, con la finalità di  tutelare e valorizzare la ceramica artistica e artigianale italiana i cui soci sono i comuni italiani di “antica tradizione ceramica”, riconosciuti dal MISE – Ministero dello Sviluppo Economico, tra cui Gubbio.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>