Natale in casa per l’ottanta per cento degli umbri. Consumi all’insegna delle tradizioni

Natale in casa, secondo tradizione anche in Umbria. E’ la ‘regola’ che 8 italiani su 10 (l’82 per cento) hanno inteso rispettare quest’anno, rinunciando ai viaggi e preferendo la compagnia casalinga di parenti e amici. In media ogni famiglia – lo dice un’analisi Coldiretti – ha speso 102 euro per imbandire le tavole del Natale dedicando almeno 3 ore per la preparazione del pasto principale. Solo il 9% degli italiani ha prenotato nei ristoranti mentre il 3% ha scelto l’opzione agriturismo. Chi ha deciso di mettersi ai fornelli – fa sapere la Coldiretti – ha scelto prodotti Made in Italy (almeno il 61% degli italiani) e ben il 30% ha puntato sui prodotti locali a chilometri zero. Il panettone resta il prodotto simbolo di queste festività (76% di preferenze), seguito dal pandoro (68%) ma sulla metà delle tavole (51%) hanno fatto la loro comparsa i dolci della tradizione fatti in casa. E così a far compagnia agli immancabili spumanti, tra i prodotti regionali più gettonati, a livello nazionale, c’è anche il panpepato dell’Umbria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.