Omicidio Meredith, Sollecito: “Siamo stati trattati da mafiosi”

PERUGIA – Dopo la condanna dell’Italia sull’interrogatorio di Amanda Knox, non poteva mancare la presa di posizione di Raffaele Sollecito, che con Amanda è stato protagonista della vicenda. All’Adnkronos Sollecito rincara la dose: “Nel mio caso non ci fu violenza in termini fisici, ma ho sempre sottolineato la violenza psicologica insensata: siamo stati più di dieci ore di notte in Questura, tenuti come dei mafiosi che cercavano di sfuggire alle loro responsabilità. In realtà stavano facendo un buco nell’acqua”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>