Ospedale di Branca, continua la raccolta firme

GUBBIO – Le associazioni ADE (Associazione Diabetici Eugubini), AELC (Associazione Eugubina per la Lotta contro il Cancro), ANACA (Associazione Nuova Assistenza Cardiopatici di Gualdo Tadino), AVIS (Associazione Volontari Italiani del Sangue), Associazione “Gli Amici del cuore” di Gubbio, le quali precisano che prosegue a oltranza la raccolta di firme contro la decisione della Regione di ridurre l’orario di apertura e funzionamento del Laboratorio Analisi do Branca: « Nel corso dell’incontro di lavoro tenutosi il 26 ottobre scorso presso la Sala Consiliare del Comune di Gualdo Tadino, l’assessore Barberini si era espresso annunciando l’apertura di un tavolo con le OO.SS., operatori, associazioni del territorio con lo scopo di valutare e rimodulare il contenuto della delibera di Giunta Regionale n. 971 del 10 settembre 2018, alla luce della nostra opposizione a tale atto per il suo impatto negativo sull’attività del laboratorio analisi e, di conseguenza, sull’attività e sulla vocazione dell’ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino. In tal senso l’assessore aveva anticipato all’assemblea che il giorno 6 novembre si sarebbe tenuto un confronto in assessorato con l’organizzazione sindacale medica ANAAO. Sono ormai trascorsi 20 giorni dall’incontro di Gualdo Tadino e non abbiamo avuto notizia alcuna del tavolo promesso e non si conosce nemmeno l’esito del confronto avuto in assessorato con l’organizzazione medica. Considerata l’importanza dell’impatto della delibera sull’attività dell’ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino e degli effetti negativi sull’intera popolazione del comprensorio dell’Alto Chiascio, si chiede di avere al più presto notizie sull’esito dell’incontro del 6 novembre e sul tavolo di confronto promesso».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.