Perugia, Borghesi e Mirabassi (Pd): “A che punto sono i lavori del parco di Lacugnano?”

PERUGIA – Presentato questa mattina un ordine del giorno dei due consiglieri del PD Mirabassi e Borghesi sul “parco terapeutico” di Lacugnano. Il parco di Lacugnano, vero e proprio polmone verde all’interno della nostra città, prende le mosse dagli anni settanta, quando in una sinergia tra cittadinanza e amministrazione comunale si provvide alla sua realizzazione. Nel corso degli anni sono state molteplici le attività che hanno avuto luogo all’interno del parco: convivialità familiare, al tempo libero, alla musica e alle attività sportive come l’escursionismo e il nuoto fino ad arrivare, negli ultimi anni al paint ball e all’agility dog.

Nel corso degli anni le strutture presenti all’interno del parco hanno subito un lento ma costante degrado anche a causa di azioni di vandalismo e micro criminalità. All’inizio degli anni 2000 l’amministrazione comunale e la società Amatori Nuoto Libertas hanno raggiunto un importante accordo volto alla realizzazione di opere di miglioria all’interno del parco per ridare nuova linfa vitale a questa area verde. Nel progetto complessivo di recupero è stato inserito il progetto di  “parco terapeutico” cioè di un luogo ideale che coniugasse la promozione e valorizzazione delle realtà paesaggistiche regionali con l’eco-terapia: una particolare forma di cura che, in modo naturale,  incoraggia le persone a creare delle relazioni positive con l’ambiente che le circonda e a trarne benefici psichici e fisici. Grazie ad importanti fondi della Regione Umbria il progetto è partito e all’inizio del 2016 alcuni stralci dell’opera sono stati inaugurati e resi disponibili alla cittadinanza pur mancando  ad oggi uno step significativo che è quello delle piccole piscine e dei giochi sensoriali in acqua e la costruzione di un immobile dalle caratteristiche architettoniche e nei materiali che si inseriscano in maniera armoniosa con l’ambiente circostante del parco; una struttura con funzione ricettiva e spazio palestra, cucina, bagni, laboratori, non realizzati per carenza di fondi.

I due consiglieri PD Mirabassi e Borghesi con questo ordine del giorno chiedono che Sindaco ed Assessore competente riferiscano sullo stato di avanzamento del progetto anche al fine di ribadire l’interesse della Giunta al “parco terapeutico”, anche attraverso i finanziamenti reperibili grazie alle opportunità offerte dal Programma di Sviluppo Rurale della Regione Umbria, misura 7, sottomisura .7.4.1 e 7.6.2, la cui messa in opera non potrà prescindere dal compimento di un Centro Polifunzionale (primo in Italia a mettere in sinergia le terapie tradizionali con le attività ludico-sportive) e dal recupero delle vasche estive dell’impianto permettendo che l’intera area venga utilizzata al pieno delle sue disponibilità garantendo quindi, grazie ai fruitori stessi, un presidio di legalità.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>