lunedì 25 settembre 2017 - aggiornato alle ore 15:35        

Perugia, Fontignano si trasforma in una fucina di opere da collezione

fontignano a tavola_ABA

PERUGIA – Invita gli artisti a tavola e Fontignano si trasforma in una fucina di opere da collezione. Questa la strada che la Pro loco “Pietro Vannucci” ha inteso intraprendere, in occasione della 31esima edizione di “Fontignano a tavola”, mettendo in piedi un evento artistico dedicato alla valorizzazione della tradizione gastronomica locale. Un appuntamento di eccellenza, in programma per il 23 luglio, alle ore 19, che si svolgerà con il contributo dell’Accademia di Belle Arti di Perugia, attraverso il curatore professor Luciano Tittarelli, docente del Corso di Disegno.

Una serata in cui studenti selezionati ed artisti riconosciuti disegneranno dal vero, per un evento che si inserisce felicemente in una serie di manifestazioni artistiche susseguitesi nel tempo, tanto che all’estemporanea sono invitati gli artisti che hanno partecipato nel corso degli anni, alle precedenti edizioni della festa. In particolare, agli eventi “Il polittico della luna”, “De suggestione”, “Un monumento per la pace”, “Arte, giochi e dolori del Perugino a Fontignano”, “Sul filo della memoria”, “De artis transitu”, “Estovest”, “Dalla terra alla trincea”. Gli artisti, a partire dalle ore 19, realizzeranno i loro disegni sul tema della valorizzazione della tradizione gastronomica locale; per questo saranno anche graditi ospiti della Pro loco alla cena conviviale con piatti tipici. La stessa pro loco di Fontignano conserverà i lavori prodotti dagli artisti con le tecniche classiche del disegno, per dare il via ad una raccolta di disegni, utile a documentare questo momento, ma anche progetti futuri che prevedono mostre e momenti di scambi culturali, dibattiti e convegni sul tema del disegno e della gastronomia.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta