lunedì 22 gennaio 2018 - aggiornato alle ore 19:15        

Perugia, la “Festa della scuola” consegna 60 mila euro in premi e borse di Studio Ad organizzare l'evento e' stata la Fondazione “Istituto di Formazione Culturale Sant’Anna” da sempre vicina alla scuola

20160528_115947

PERUGIA – Grande successo per la “Festa della scuola” che si e’ tenuta oggi al centro Congressi “Capitini” di Perugia, manifestazione organizzata dalla Fondazione “Istituto di Formazione Culturale Sant’Anna” in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria e il Club Unesco Perugia-Gubbio, col contributo della Banca delle Marche. Come ogni anno l’evento e’ l’occasione per mettere in luce progetti e peculiarità degli Istituti secondari d’istruzione dell’Umbria. “La buona scuola – ha detto Sabrina Boarelli, dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale – è quella di tutti i giorni, che va avanti con i vostri sforzi e spesso senza riconoscimenti. Questa iniziativa è un’occasione importante per far vedere le eccellenze dei nostri Istituti che sono tante e spesso poco conosciute”. A fare gli onori di casa è stato Roberto Stefanoni, Presidente della Fondazione SantAnna: “questa manifestazione, nata vari anni fa con lo scopo di consegnare gli assegni agli studenti meritevoli da premiare con borse di studio, si è poi arricchita nel tempo di altri contenuti e significati. Ormai è diventata una vera e propria ‘festa’, nella quale, oltre a riconoscere tangibilmente l’impegno di tanti studenti, si mettono in evidenza alcuni esempi di buone pratiche, fra le tante che sicuramente sono presenti nelle nostre scuole, e i livelli di competenza raggiunti in vari ambiti dai nostri ragazzi, grazie anche alle attività didattiche proposte dagli insegnanti. Una manifestazione che, nel suo piccolo, intende valorizzare e dare il giusto riconoscimento a chi lavora nella scuola con impegno e passione”. Protagonista della mattinata è stata la stampante in 3D acquistata dal Liceo Artistico di Deruta in cofinanziamento con la Camera di Commercio di Perugia. “La stampate su ceramica è in grado, una volta scannerizzato un oggetto, di riprodurlo in maniere perfetta. La stampate 3D può essere utilizzata in molti campi dall’architettura alla moda. Averla a Deruta nel nostro Istituto – ha detto Lucio Raspa dirigente Liceo d’arte di Deruta – significa tenere la nostra scuola all’avanguardia e far utilizzare ai ragazzi le tecnologie del futuro”. Il tecnico Giovanni Mengoni ha ricordato che “questa stampante non è in conflitto con le tante botteghe artigiane di Deruta perché manualmente non sarebbe possibile realizzare questi prodotti”. Nel corso della giornata sono state premiate le scuole che hanno partecipato al progetto, proposto alle scuole della regione dalla Fondazione insieme col Club Unesco di Perugia-Gubbio “Un monumento o uno spazio significativo del proprio territorio come radice culturale di una permanente funzione civica”. Il primo premio e’ stato consegnato alla scuola primaria Barzini di Orvieto (Duomo di Orvieto), alla scuola secondaria di Perugia Bernardino di Betto (Fontana Maggiore) e alla scuola Secondaria di secondo grado Principe di Napoli. Molto apprezzata è stato il concerto dell’Orchestra giovanile delle scuole dell’Umbria “Nicola Rossi” negli anni divenuta una realtà regionale. Argomento importante, che ha visto la realizzazione di tre firmati, è stato il tema della Legalità ormai elemento di educazione civica e cittadinanza consapevole. A chiudere la mattinata e’ stata la consegna agli studenti meritevoli, segnalati direttamente dalle scuole secondarie, di 162 borse di studio di 350 euro ciascuna, messe a disposizione dall’Istituto Sant’Anna. Complessivamente la Fondazione Sant’Anna ha consegnato 60 mila euro in premi e borse di studio.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta