Politica, Ricci (Rp): “Le promesse dei populisti infranti dai fatti”

PERUGIA – “Il fallimento dei populisti, e agitatori di bandiere, è ormai evidente: avevano promesse per mille miliardi di euro, in campagna elettorale, quando una legge finanziaria (ciò che si può spendere) ne include 20 all’anno (in cinque anni fa 100). Sintesi: si promette dieci, ma per fare al massimo uno”. Così il consigliere regionale Claudio Ricci secondo il quale “è evidente che nessuno, di coloro che promettono in
questo modo, vogliono andare al Governo d’Italia”.

“Sarebbero smascherati quasi subito – commenta il consigliere regionale -. Chi andrà al Governo dovrà subito fare una manovra con più tasse per saldare gli impegni europei. Addio tassa piatta o reddito di cittadinanza”.

Per Ricci “è il momento di una nuova fase costituente con una classe dirigente formata, evitando, come accade in Italia oggi, che si passi dal nulla a ricoprire ruoli nazionali senza averne competenze e spessore culturale; e un nuovo partito, civico, popolare e della nazione, capace di cambiare con la capacità di fare e scegliere sempre il meglio e il merito. In Umbria – conclude – il movimento civico, verso le elezioni regionali del
2020, con Italia Civica darà un contributo a tale progetto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.