Slitta deposito trascrizione intercettazioni indagine Suarez: perizia chiesta dalla Procura e dalle difese

Sarà necessario più tempo del preventivato per trascrivere le intercettazioni telefoniche e ambientali dell’indagine del cosiddetto “esame farsa” per la conoscenza dell’italiano sostenuto da Luis Suarez all’Università per Stranieri di Perugia. Il perito incaricato dal gup del capoluogo umbro, davanti al quale è in corso l’udienza preliminare, ha infatti chiesto una proroga del termine fissato per depositare l’elaborato. Sarà quindi solo tecnica l’udienza in programma martedì. Nella quale verrà indicata la nuova data. A chiedere la “perizia trascrittiva” è stata la stessa Procura della Repubblica di Perugia, concordemente con le difese degli imputati, la ex rettrice Giuliana Grego Bolli e l’ex direttrice del Centro di valutazione e certificazioni linguistiche, Stefania Spina, difese dall’avvocato David Brunelli, l’ex direttore generale Simone Olivieri, difeso dall’avvocato Francesco Falcinelli e l’avvocato Maria Cesarina Turco. Falsità ideologica e materiale e rivelazione e utilizzazione di segreti d’ufficio i reati ipotizzati a vario titolo.