Spoleto, approvate le aliquote Imu e Tari, l’opposizione sulle barricate

SPOLETO – (Simona Del Bello) Il Consiglio Comunale ha approvato nella seduta di ieri pomeriggio il Regolamento per la disciplina dell’imposta unica comunale – I.U.C. , (con 14 voti favorevoli, 7 contrari e un astenuto) e le aliquote dell’Imposta Municipale Propria (IMU) e del Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI) per l’anno 2014. Ma, nonostante l’avvenuta approvazione, primo vero scoglio per la giunta Cardarelli da quando si è insediata, l’opposizione ha fatto sentire la propria voce con i pungenti interventi mossi dagli esponenti del Pd, M5s e Forza Italia che insieme unitamente hanno contestato la mancata presentazione delle linee di mandato

Gli strumenti di lavoro non possono essere scelti e definiti  prima degli obiettivi da raggiungere. Questo sostanzialmente il principio su cui si sono uniti gli esponenti dell’opposizione . Determinato, infatti, l’intervento del consigliere del Pd,  Massimiliano Capitani: “Prendete dalle tasche dei cittadini circa 22 milioni di euro di tasse, ma non li informate su come poi li spenderete”. A questo punto il sindaco Cardarelli ha subito risposto dicendo che lunedì presenterà il documento all’assemblea. La situazione non si è comunque placata, anzi tutt’altro, soprattutto, quando lo stesso Alessandro Cretoni, Forza Italia, ha evidenziato l’impossibilità di proporre un emendamento non essendo stato messo, mai, nelle condizioni di poter conoscere e sapere le coperture finanziarie

Anche Paolo Martelini esponente del Pd, è intervenuto in modo energico sottolineando al primo cittadino che “la sua luna di miele sta terminando in quanto da ora è necessario che inizi a fare delle scelte politiche importanti in quanto con l’approvazione delle aliquote sta “mettendo le mani”nelle tasche degli spoletini”. “Inoltre ha continuato Martellini – nell’ambito fiscale, non ci sono le detrazioni per rendite catastali minime e sconti per famiglie numerose, come avviene, invece, per la città di Foligno”. Malcontento espresso anche dal consigliere Del M5s Guido Grossi che si è dichiarato scontento  del pacchetto fiscale varato dalla giunta

La risposta è arrivata dal consigliere Zefferino Monini (Rinnovamento) che ha parlato di “polemiche sterili, in quanto ciò che manca sono i soldi non le parole, la situazione del Comune è molto complicata, ma credo che la quadratura del bilancio sia ormai giunta a compimento”. A confermare quando detto dal consigliere Monini,  il sindaco Cardarelli, che ha ribadito che, sicuramente, votare le aliquote senza linee di mandato può non essere in linea, ma che il bilancio sarà consegnato sicuramente prima del previsto

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.