Spoleto, la consigliera Morelli: “La città supererà anche questo brutto momento”

SPOLETO – La consigliera comunale Marina Morelli va all’attacco del sindaco Cardarelli, ripercorrendo gli ultimi episodi in consiglio comunale e si dice pronta e a disposizione di una nuova esperienza che faccia superare alla città questo momento. “Buon FERRAGOSTO  a chi non  crede più alla politica, a chi ci crede ancora,  e a chi ha ancora voglia e  crede di poter dare  un  futuro “dinamico” alla propria città. Si, perché lunedì scorso, ho preferito andare,  anche io percorrendo la Foligno Civitanova,  in direzione mare,  e  fare dei salutari bagni  così da  sgomberare, e  fortunatamente ci sono riuscita,  la vergogna da un lato,  e il desiderio dall’altro, di tappezzare le mura cittadine, negli spazi autorizzati ovviamente, di mega manifesti che sintetizzassero la smodata quasi  fantozziana  gestione della cosa pubblica da parte dell’Amministrazione Cardarelli”.

“Ebbene Vi racconto, che all’indomani dell’approvazione degli Equilibri di bilancio, votati dopo una   modifica  apportata e narrata  a posteriori dalla  relazione dei revisori dei conti,  e stante che il consiglio era convocato in due sedute  consecutive,  al termine delle 4/5 punti  che consentivano al Sindaco Cardarelli di “tirare a campare”,  politicamente parlando, cosa è balenato nella testa dei nostri  solerti amministratori? Bene: Catapultare l’ordine di discussione e votazione delle mozioni e interrogazioni, anticipando il punto 25 al punto 1. Si,  avete capito bene,  stravolgere x 24 volte  l’ordine del giorno. Quindi,  tutte le altre cose potevano aspettare.  Già, perché  alcune giacciono  da circa due anni  ma, cosa cambia! Per costoro la fiducia verso la neo nominata signora Laureti è cosa più importante di 24 punti sbattuti all’inferno con una fretta miracolosa,  chissà come mai? Forse assenze eclatanti facevano gola o presenze non ugualmente certe in futuro? Probabile. Forse. OCCORREVA  QUEL VOTO tanto da chiedere, la maggioranza tramite il Capogruppo di Rinnovamento, di anticipare mostruosamente la discussione. La miopia, di continuare a pensare principalmente a tenere  stretta la squadra, la sedia, infischiandosene in questo caso,  di ciò che serve alla città. Pratiche che attendevano da oltre un anno:  Sviluppo economico, Occupazione, Aree camper, Turismo, Accattonaggio molesto, Verde pubblico, Strade. Niente , nulla conta: prima  si conferma fedeltà alla Assessora poi, TUTTI A CASA! Ma per favore!”.

” No. Non potevano  lavorare tranquillamente,  pasteggiare poi con un buon vino il 15 agosto  e attendere il  turno,  come gli altri 24 punti attendono di essere approvati da circa due anni? NO, si chiede di posticipare  24 punti all’odg, per approfittare di una giornata tranquilla e mettere in salvo una costola dell’Amministrazione. Evidentemente questo è ciò che preme e consente  sogni tranquilli a questi Signori. Sinceramente, con senso di immensa responsabilità personale, cittadina e  istituzionale, credo che sia opportuno pensare al futuro serio e responsabile,  e invito chiunque voglia ripensare, e rimettere “mano” a quel processo che avevamo erroneamente affidato a questa compagine, che bene sapeva  tutto,  specialmente del buco di bilancio, e che ogni giorno se ne fa scudo  per cancellare incapacità imprenditoriale, e  visione miope direi assente  di capacità   amministrativa in una città, per di più,  famosa come la nostra! Bene, anche per questo, eccomi  a disposizione, con impegno, serietà , spirito di gruppo, per ricominciare a costruire e sognare la Spoleto che tre anni fa, ingannati da un sogno di un taglio netto  col passato, ci ha fatto risvegliare col più triste presente che Spoleto ha mai attraversato e vissuto. Supereremo anche questo, come abbiamo allontanato il Barbarossa in passato. Ripeto, a disposizione di chi e con chi,  vorrà proseguire quel lavoro interrotto amaramente in campagna elettorale, per evitare che Spoleto resti nelle mani di chi non ha mai voluto il bene di Spoleto,  e che inaspettatamente ci ha rimesso lo sguardo e non solo. I nomi ci sono,   per un futuro Sindaco valido, capace, rispettoso del passato, e col il cuore,  la professionalità e la passione di guardare e di  proiettarci al futuro. Gli spazi per riunirci , gli strumenti per lavorare, le teste pensanti, che si  impegnano  di dedicare giornate  intere alla città ci sono. BUON FERRAGOSTO a chi vorrà esserci a settembre per la stagione della buona amministrazione, in ossequioso rispetto di tanti nonni e molti altri che prima di  loro ci hanno permesso di vivere e  lasciato in eredità questa meravigliosa città. ULTIMO APPELLO ACCALDATO: SINDACO, DIA ASCOLTO, LASCI STARE CON LA DELOCALIZAZZIONE. E’ PARTITA MALE,  GIA’ DALLA SCELTA DEL LUOGO,  CI SONO ALTRI 4.3 MILIONI DI EURO PER GLI EDIFICI SCOLASTICI finanziati , DELLA COMUNITA’ EUROPEA, APPROFONDISCA, finanziano molto, di ciò CHE OCCORRE AI NOSTRI EDIFICI. Per favore ci ripensi che in zona san Paolo, a mio modestissimo avviso,  non finirebbe bene! E infine: Ha ragione Monini  sugli uccellini e le topoline, perché come sempre anche stavolta sono stati scelti soggetti ,per motivi diversi e  non all’altezza del ruolo. Degli attuali assessori in pochi hanno  competenza nella materia assegnata. Come poteva pensare un Sindaco, seppur docente di   fisica e matematica,  di rilanciare il  territorio. La Pellegrini nuotatrice, giorni fa, sfinita con  chi la intervistava dopo l’oro conquistato,  ha dichiarato: “Nulla avviene per caso. Le cose non avvengono per caso. Non si inventa niente!””.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>