Tappa a Città di Castello per la comitiva del progetto Life Sic2Sic

CITTA’ DI CASTELLO – “La tappa a Città di Castello del progetto Life ‘SIC2SIC’ dell’Ispra ci permette di richiamare l’attenzione sul patrimonio naturalistico dell’asta del fiume Tevere, che per le sue caratteristiche legate alla biodiversità è tra i circa 2.700 siti nel nostro Paese che fanno parte della Rete Natura 2000 Italia, e sulla necessità che alle azioni che come istituzioni abbiamo intrapreso per valorizzare questa risorsa naturalistica si unisca anche una diffusa sensibilità della collettività locale sull’importanza di custodire questa ricchezza e usufruirne con il dovuto rispetto”. L’assessore all’Ambiente Massimo Massetti sottolinea così il rilievo dell’iniziativa che nei giorni scorsi ha portato a Città di Castello la comitiva di cicloamatori protagonista del progetto Life “SIC2SIC – In bici attraverso la Rete Natura 2000 italiana”, promosso dall’Ispra sotto l’egida del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con il cofinanziamento dell’Unione Europea. Davanti alla residenza municipale di piazza Matteotti Massetti ha dato il benvenuto in città agli escursionisti guidati dal capo progetto Matteo Lener, accompagnati nell’occasione dal referente per la comunicazione Mauro Di Giacomo, cogliendo l’occasione per un confronto sulle politiche nazionali finalizzate alla tutela della biodiversità e sulle azioni che a Città di Castello vedono da trent’anni in primo piano lo sviluppo ambientale sostenibile con l’esperienza della Fiera delle Utopie Concrete. La delegazione ha consegnato ufficialmente all’assessore la targa “Sic2Sic”, simbolo del progetto, prima di proseguire per Trestina, dove è stato organizzato un incontro con gli studenti dell’Istituto Comprensivo Alberto Burri della dirigente scolastica Chiara Grassi, e poi per Perugia. La tappa di Città di Castello fa parte di un percorso con il quale il gruppo di esperti del progetto (composto da ricercatori ambientali, economisti di sviluppo territoriale, comunicatori e guide cicloturistiche) collegherà in bicicletta oltre 170 siti della Rete Natura 2000 italiana. Con 20 percorsi settimanali di 5 tappe, saranno coperti circa 6 mila chilometri, attraversando sette regioni rappresentative delle diverse realtà biogeografiche, naturalistico-culturali e socioeconomiche dell’Italia: Piemonte, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Umbria, Puglia, Sicilia e Sardegna.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail