Terni, domani e martedì tornano le giornate ticket free. Ad aprile anche la nuova linea M per i bus

TERNI –  Domani e martedì tornano le Giornate ticket free, volute dalla regione dell’Umbria e dal Comune di Terni, Lunedì e martedì, quindi, come era già successo la scorsa settimana, il trasporto urbano è gratuito. Una iniziativa che ai ternani piace. Stando ai dati diffusi da Umbria Mobilità e dall’assessorato alla Mobilità nelle giornate delle 23 e del 24 marzo l’incremento dell’utilizzo è stato quantificato intorno al 19%, con punte del 27% in alcune fasce orarie.

Sempre per quanto riguarda il trasporto pubblico, l’assessorato alla Mobilità rende noto che ad aprile verrà riattivata la nuova linea M, un percorso che collega direttamente il centro città con l’ospedale. Una linea che nei mesi scorsi era stata soppressa da Umbria Mobilità nell’ambito di un programma di razionalizzazione delle corse.

“Viste le numerose istanze arrivate dall’utenza – dichiara l’assessore alla Mobilità Emilio Giacchetti – abbiamo chiesto all’azienda di riattivare la linea. Abbiamo trovato ampia disponibilità, che ha portato alla definizione di un nuovo percorso che dallo Stadio, passando per piazza Dalmazia, attraversando il centro cittadino, porta all’ospedale. E’ un percorso nuovo e più diretto, che verrà sperimentato in vista di una decisione definitiva. Nei prossimi giorni ci incontreremo con i vertici di Umbria Mobilità per decidere i tempi della sperimentazione e la data di partenza del servizio, comunque entro il mese di aprile. Positivo anche l’impatto delle giornate a biglietto gratuito, l’incremento di utenza voluto c’è stato. E’ un segnale di attenzione – continua l’assessore – verso il trasporto pubblico da parte di una utenza che solitamente usa la vettura privata ma che comunque è disponibile a valutare seriamente la possibilità di utilizzare il trasporto pubblico. E’ a questa utenza che dobbiamo rivolgerci con maggiore decisione – conclude Giacchetti – perché la città più ecologicamente sostenibile passa attraverso un’incidenza meno sostenuta del traffico veicolare privato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.