Terni, la consigliera Beltrame propone mappatura e censimento degli stranieri

TERNI – La proposta della consigliera Manuela Beltrame interviene direttamente sulla questione stranieri. Costituire un nucleo per la mappatura e il censimento degli stranieri presenti sul territorio”. E’ quanto propone la consigliera provinciale di Provincia Civica in una proposta avanzata al presidente della Provincia Leopoldo di Girolamo sulla questione degli stranieri. “Lo scopo principale – spiega la Beltrame – è quello di conoscere con esattezza quante persone vivono nei nostri comuni, prevenire il sovraffollamento di case affittate da soggetti che hanno i requisiti per poter firmare un contratto di locazione, ma che poi permettono ad un numero di persone molto elevato di vivere in tali case, annullare il fenomeno pericolosissimo, come già purtroppo riscontrato, degli ‘alias’, di persone cioè che si presentano con nomi sempre nuovi e diversi, e con autovetture con documenti esteri spesso contraffatti eludendo in tal modo controlli e precedenti condanne. Un compito che solo agendo su realtà non estese potrebbe essere  svolto con successo, in contrasto con gli insuccessi del ministero che non riesce a gestire i flussi di persone che rientrano con nuove identità”. L’iniziativa, rende noto sempre la consigliera, arriva a seguito dei noti fatti criminosi accaduti nel 2015 e del momento di pericolo e preoccupazione generato dagli attacchi terroristici soprattutto in Francia. “E’ così opportuno – aggiunge la Beltrame gestire in modo razionale le presenze di stranieri nella nostra provincia”. Secondo la proposta della consigliera il nucleo dovrebbe essere costituito dalla polizia municipale di Terni, in collaborazione con i comuni. “Anche Terni – conclude – è stata teatro di sconfinamenti della malavita che gestisce il movimento di persone che non hanno i requisiti per chiedere il riconoscimento di profugo o addirittura di individui già sottoposti  a condanne ed espulsioni. Ben nota a tutti è anche la possibile esistenza  di un racket che gestisce l’accattonaggio davanti ai bar e centri commerciali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.