Villa Umbra, un piano di formazione per gli amministratori locali

La Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica ha organizzato una serie di attività formative rivolte agli amministratori locali. Il ruolo dell’Amministratore pubblico sta radicalmente mutato, effetto della devoluzione normativa degli ultimo anni, è stato l’aumento di molteplici competenze trasferite agli enti locali, i cui decisori si sono trovati a doversi confrontare con nuove complessità, anche in termini di relazioni e gestione del consenso.

Per questo motivo e dopo l’ottimo risultato del primo incontro, svolto in occasione delle recenti elezioni amministrative sui ruoli, funzioni e responsabilità degli Amministratori locali con gli interventi di Francesco Zito, Capo Segreteria Tecnica del Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie e di Alberto Avoli, Presidente Corte dei Conti dell’Umbria, Sezione giurisprudenziale per la Regione Umbria,  è stato programmato, per il giorno 27 settembre alle ore 9 a Villa Umbra, il  corso dal titolo “Costruire e gestire il consenso”.

Il relatore di questa seconda giornata sarà Stefano Maria Cianciotta, esperto in relazioni pubbliche, che approfondirà, tra i vari argomenti, la politica mediatizzata; i nuovi spazi comunicativi; Networking, mobilitazione e partecipazione; il linguaggio del consenso: la necessità di semplificare il messaggio e saperlo comunicare; come costruire e gestire il consenso dopo la vittoria o la sconfitta elettorale; il consenso politico in tempi di new media e la mappatura degli stakeholders e come si individuano i soggetti alleati e contrari ad un progetto.

Sempre rivolto agli Amministratori locali è stato organizzato dalla Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, in collaborazione con ANCI Umbria e IFEL (Fondazione ANCI) un percorso formativo sul tema della finanza e della fiscalità locale. Obiettivo generale del progetto è aggiornare gli amministratori locali, in particolare i neo-eletti, sui temi della finanza e della fiscalità locale, in quanto temi oggetto di costante modifica da parte del legislatore nazionale e comunitario. Particolare attenzione verrà dedicata al consolidamento di competenze tecniche il più possibile omogenee sul territorio regionale  e alla creazione di una solida rete tra amministratori locali.

Il Corso, è articolato in 5 seminari, di 5 ore ciascuno per un totale di 25 ore ed inizierà a partire dal mese di ottobre, con il primo incontro sul patto di stabilità interno, il docente sarà Matteo Barbero avvocato, dirigente della regione Piemonte e dottore di ricerca in diritto pubblico. I successivi due seminari si svolgeranno nel mese di novembre, il primo sul tema dell’’armonizzazione degli schemi contabili, ed il secondo sulla comunicazione del bilancio ai cittadini, alle parti sociali e ai media rispettivamente con i docenti Barbara Fornducci, Logos PA e con Gianluigi Cogo, docente Social Media Università Ca’ Foscari  di Venezia.

Ulteriori due incontri del percorso formativo, previsti per il mese di dicembre, affronteranno, il primo, gli aspetti del nuovo assetto fiscale locale: IMU,TARI,TASI, con i docenti Baldoni Stefano, Dirigente Servizi Finanziari Comune di Corciano e esperto ANUTEL e Luigi Saponaro docente di diritto tributario, università la Sapienza, ed il secondo la riscossione delle entrate locali e le relative modalità di gestione con il contributo di Baldoni Stefano e Mondera Acheropita, Magistrato Corte dei Conti dell’Umbria.

Per gli amministratori locali è inoltre prevista un’attività sull’anticorruzione con Stefano Toschei, Magistrato Tar Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.