Piscine comunali da record a Città di Castello: due primati italiani stabiliti al Meeting “Galluzzi”

CITTA’ DI CASTELLO – Alle piscine comunali di Città di Castello si fanno i record. Lo ha confermato anche nella XXXIV edizione il Meeting  Internazionale  di  Nuoto  Master “Italo Galluzzi”. Dopo il primato italiano sulla distanza dei 1.500 metri, specialità stile libero, nella categoria M70 stabilito a 70 anni da Christine Jolly per la società Flaminio Sporting Club Roma, la staffetta 4X100 mista M240 della Roma Nuoto Master ha fatto registrare la miglior prestazione nazionale con 5 minuti, 43 secondi e 1 centesimo, abbassando di quasi un minuto il tempo di riferimento nella categoria di gara. Una soddisfazione nella soddisfazione per i Nuotatori Tifernati Polisport, che hanno organizzato la manifestazione sotto l’egida del Coni e della Federazione Italiana Nuoto, con il patrocinio di Regione, Comune e il supporto di Sogepu. “Possiamo dire che la Settimana del Nuoto di Città di Castello si è aperta davvero nel migliore dei modi, con la dimostrazione dell’elevata qualità del meeting Galluzzi, divenuto punto di riferimento indiscusso a livello nazionale proprio per la serietà e la professionalità degli organizzatori, oltre che per un’impiantistica comunale di prim’ordine, per la quale va un plauso davvero sincero alla gestione di Polisport”, afferma l’assessore allo Sport Massimo Massetti in sede di bilancio dell’evento, evidenziando “la notevole ricaduta turistica dell’evento, all’insegna di un binomio con lo sport che è un valore aggiunto di grande importanza delle manifestazione nella nostra città”. Contando le iscrizioni last-minute il Master Galluzzi ha registrato la partecipazione di 502 atleti in rappresentanza di 60 società provenienti da tutta Italia.  La vittoria finale è andata al Centro Nuoto Bastia, davanti agli Amatori Nuoto Libertas di Perugia e alla Virtus Buonconvento. Con i tempi dei propri portacolori i Nuotatori Tifernati Polisport si sarebbero piazzati al secondo posto, ma come d’abitudine i padroni di casa lasciano la competizione alle squadre ospiti. Il sodalizio tifernate ha avuto comunque la soddisfazione di schierare la staffetta più longeva di tutto il meeting, la 4X 50 stile libero composta da Sandro Belletti, Fabio Cecconi, Vittorio Mariucci e Salvatore Grosso che ha gareggiato nella categoria M280, con una media di età di oltre 70 anni a testa. “Il segnale davvero bello di quanta passione caratterizzi il movimento master locale”, osserva il presidente dei Nuotatori Tifernati Polisport Valentino Cerrotti, nell’evidenziare “la soddisfazione per un’edizione perfetta, che ha ricevuto l’entusiastico apprezzamento  da parte di tutti i partecipanti, sia per l’elevato tasso tecnico, che per la qualità dell’organizzazione e degli impianti, uniti a un clima di amicizia e condivisione, grazie anche ai momenti di vera aggregazione vissuti a ‘Porchettando’, che è il vero segreto del successo della nostra manifestazione”. Tra le prestazioni da segnalare nell’edizione 2019 del Meeting Galluzzi c’è sicuramente quella di Giuseppe Fantini della Polisportiva Garden Rimini, che con i suoi 80 anni ha gareggiato nei 400 misti, classificandosi primo in italia nella categoria dell’Iron Master (18 gare in stagione su tutte le distanze olimpiche). Oltre a Fantini, l’altro atleta più longevo è stato Gherardo Mercati, anch’egli classe 1939, che per i colori della Bergamo Nuoto che ha nuotato i 100 stile libero. Per la meraviglia dei presenti, i due ottuagenari si sono anche sfidati nella gara dei 50 stile libero, poi vinti da Fantini con il riscontro cronometrico di tutto rispetto di 44 secondi e 2 centesimi.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail