L’opinione

Ha ragione Fiorello: ‘’Basta col gusto macabro di allestire spettacoli televisivi affondano nel sangue e nei dettagli delle più terribili atrocità’’.

PALAZZO_CESARONI

L’indice accusatore l’ha puntato Fiorello non la politica di ogni colore e di qualunque tendenza. Fiorello si è rivolto ai massimi dirigenti delle televisioni generalista (Rai, Mediaset, La 7) per invitarli a frenare quelle trasmissioni di ‘’vita vissuta’’ che dalla mattina alla sera affondano occhi, orecchie e immagini dentro allo squallore dei fatti più truci di cronaca nera: coltelli, pistole, sangue a catinelle, aggressioni, omicidi, rapine truculente, figli (anche minori) che ammazzano i genitori, mariti che scannano le mogli, spasimanti che danno fuoco alle donne non disposte ad incendi più tipicamente tradizionali.

Il ‘’malore’’ di Gentiloni: le domande che sorgono spontanee vanno molto oltre le implicazioni d’ordine meramente politico. Quanto è logorante lo stress della grande scena pubblica?

PALAZZO_CESARONI

Il ‘’lieve malore’’ che ha costretto al ricovero all’Ospedale ‘’Gemelli’’ il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni apre uno scenario dalle mille sfaccettature. Non solo politiche, naturalmente. Gentiloni, rientrato in Italia dagli incontri internazionali di Parigi, è stato sottoposto d’urgenza ad un intervento di angioplastica che gli esperti ritengono ‘’abbastanza routinario’’.

A chi giova correre precipitosamente alle urne per il rinnovo del Parlamento?

PALAZZO_CESARONI

‘’Non è vero’’- osserva maliziosamente l’amico ‘’Fischio’’- ‘’che in Italia non si vota mai’’.

E, con la consueta ironia spiega: ‘’Guardate Gubbio…lì si vota perfino per le Famiglie dei ceraioli’’.

Un esempio simpatico- quello citato da ‘’Fischio’’- per cominciare a riflettere sull’interrogativo vero e dominante: ci saranno, nel 2017, le elezioni per il rinnovo del Parlamento?

A chi giova correre precipitosamente alle urne per il rinnovo del Parlamento?

PALAZZO_CESARONI

‘’Non è vero’’- osserva maliziosamente l’amico ‘’Fischio’’- ‘’che in Italia non si vota mai’’.

E, con la consueta ironia spiega: ‘’Guardate Gubbio…lì si vota perfino per le Famiglie dei ceraioli’’.

Un esempio simpatico- quello citato da ‘’Fischio’’- per cominciare a riflettere sull’interrogativo vero e dominante: ci saranno, nel 2017, le elezioni per il rinnovo del Parlamento?

E’ ARRIVATO IL 2017

Pierluigi_Castellani

di Pierluigi Castellani

L’anno  che è arrivato induce a fare riflessioni e ad avanzare qualche speranza. Il vecchio anno che se ne è andato certamente è stato difficile per la nostra regione, un anno che con il terremoto ha portato distruzione e tanta paura. Quindi il primo pensiero è quello di archiviarlo rapidamente per sperare che il 2017 sia l’anno della ricostruzione e della rinascita delle zone colpite.

La brutale vittoria psicologica dei fautori della ‘’guerra santa’’: spargono il terrore nei cuori e nelle menti di ogni persona e in ogni angolo della terra.

PALAZZO_CESARONI

E’ il loro modo di tentare la vittoria psicologica visto che con lo strumento bellico, quello portato sui campi di battaglia, stanno retrocedendo quasi ovunque. Si, è sempre più tragicamente evidente che i fautori della ‘’guerra santa’’ contro ‘’gli infedeli’’ puntano moltissimo sulla paura che stanno determinando in molte parti del mondo.

Si impongono alcuni interrogativi: come si diventa candidati alle più significative cariche nelle pubbliche amministrazioni e in Parlamento?

PALAZZO CESARONI

Lo tsunami che si è abbattuto sulla Giunta municipale romana ripropone, in modo clamoroso, l’interrogativo sulla selezione della classe dirigente nei Movimenti, nei Partiti e nelle Pubbliche amministrazioni. Con una frase un po’ fatta viene istintivamente da osservare che ‘’non c’è più la selezione di una volta’’.

Il brutto ‘’derby’’ politico-amministrativo tra Roma e Milano e la voglia di respirare aria più tonificante nella sfida calcistica tra Torino (Juventus) e Roma, lanciate verso lo scudetto

PALAZZO_CESARONI

Balza alla mente un’ evocazione storico-letteraria (‘’Se Atene piange, Sparta non ride’’): alla luce di ciò che sta avvenendo in Italia in queste ore istintivamente da osservare che ’’se Roma piange, Milano non ride’’. Nella capitale (non morale…) arrestano Raffaele Marra, l Capo del personale del Comune guidato (siamo sicuri che sia guidato?) da Virginia Raggi, a Milano si autosospende il sindaco Beppe Sala, raggiunto da un Avviso di garanzia per questioni ‘’non limpide’’ legate all’Expo,maximanifestazione internazionale che Sala aveva lungamente governato con funzioni di alta apicalità.