Solidarietà, sabato grande festa al Cantiere 21 con ospiti speciali

Sarà il Cantiere 21, uno dei più noti locali di Perugia, ad ospitare sabato 6 aprile la quarta edizione della cena di beneficenza organizzata dall’ Associazione no profit IACACT, un ente che da circa quattro anni, oltre alle tradizionali attività sportive (pallavolo su tutte), si prefigge uno scopo assai nobile: sostenere il mondo del volontariato, promuovendo responsabilità sociali ed ambientali tramite campagne ed eventi di sensibilizzazione.

La serata, che conta già un corposo numero di iscritti, organizzato con il patrocinio del CONI Umbria, del CIP Umbria e della FIPAV Umbria, è in collaborazione con le associazioni VI.TA., Libertas Margot, Panathlon Club di Perugia, SIULP, AVIS Comunale di Perugia, AUCC, ANIAD e l’ ADP IACACT s4np Perugia e si propone di raccogliere fondi a sostegno di progetti su sport e disabilità: il ricavato della cena di questo anno sarà devoluto all’associazione Basket Disabili Foligno.

Anche questa volta, come nelle precedenti edizioni, il parterre degli ospiti sarà assolutamente di primo livello: se in passato sono stati premiati personaggi come Giacomo Sintini, Leonardo Cenci e Goran Vujevic, sabato toccherà a Mirka Francia, che da queste parti tutti ricordano per i trionfi conseguiti con la Sirio Perugia nella prima metà degli anni 2000 (oggi gioca nella Top Quality San Giustino, in serie B1), ed al pugile Vincenzo Mangiacapre, medaglia di bronzo nella categoria pesi superleggeri alle olimpiadi di Londra 2012 oltre che altri pregevoli piazzamenti a campionati mondiali ed europei.

Ma non è tutto. L’evento vedrà il coinvolgimento di alcune associazioni locali, per promuovere i prodotti da loro realizzati: le borse di “BELLA BAG ART” e gli scialli del gruppo “CREATI CON IL CUORE”.  “BELLA BAG ART” è una start up artistica ed etica nata dalla collaborazione fra il mondo dell’imprenditoria e l’associazione Libertas Margot, che si occupa di violenza di genere: il progetto riguarda la produzione di borse fatte da donne che vogliono ricominciare o socie dell’associazione, nell’ottica di fornire aiuti concreti alle donne vittime di violenza o alle donne che non hanno momentaneamente lavoro o che vogliono mettersi alla prova con un progetto imprenditoriale. “CREATI CON IL CUORE” è il laboratorio dell’ AUCC rivolto alle persone in cura oncologica e mosso dal solo spirito solidaristico.

Obbiettivo in questo caso, oltre a dare spazio alla creatività, è quello di infondere fiducia e coraggio alle persone meno fortunate, qualità che possono indubbiamente rappresentare un’arma importante nella lotta contro il cancro.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta