Foligno, Zuccarini conquista la ribalta nazionale. Repubblica: “Il leghista con l’insulto facile”

FOLIGNO – La sfida al ballottaggio di Foligno, la terza città dell’Umbria e tra queste l’ultima rimasta in mano al centrosinistra, è quantomai emblematica e di fondamentale importanza. Stefano Zuccarini contro Luciano Pizzoni a sfidarsi, in una competizione di fatto aperta.

Ma nella sfida si registra la ‘vivacità’ del candidato di centrodestra, Zuccarini, sui social. Una vivacità che gli è valsa l’attenzione dei media nazionali. Prima Fanpage e Open, poi Repubblica che, a proposito, titola: “Zuccarini, il candidato dall’insulto facile”.

Ecco dunque che nell’articolo si ripercorrono dunque le intemerate contro, nell’ordine, Papa Francesco, Virginia Raggi, Bello Figo, gli immigrati le donne. Tutti in post del 2016 e del 2017. Del Papa, ricorda Repubblica, Zuccarini scrive: “Questa è l’Italia multietnica di merda che vuole la sinistra e Bergoglio. Le risorse le chiamano, quelli che ci pagano le pensioni. Morì ammazzati voi e loro”. Contro la Raggi che condannava l’assalto di Casapound ad uno stand disse: “A cagare te e l ‘antifascismo assoluto”.

Repubblica ricorda gli attacchi a Bello Figo, ma anche le prese di posizione sulla presenza femminile in Italia: “Se stai in Italia te metti la minigonna no il velo, e ce fai vedè le cosce ahah. Ma perché tutti sti cazzo de immigrati non emigrano nei loro paradisi tipo Arabia Saudita, Oman ecc ecc? Col cazzo che se li pigliano i loro fratelli”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail