Ruba liquori e li nasconde nel passeggino della figlia: denunciato dalla polizia

PERUGIA – Nel tardo pomeriggio di martedì i poliziotti della Volante sono intervenuti presso un supermercato della periferia cittadina, a seguito di una segnalazione di furto all’interno dell’esercizio commerciale pervenuta al 113.

Sul posto gli agenti apprendevano che una coppia con due bambine era stata bloccata subito dopo la barriera delle casse, in quanto l’uomo era stato notato prelevare alcuni oggetti dagli scaffali dell’esercizio commerciale, occultandoli all’interno della carrozzina in cui si trovava sua figlia.

In effetti, nella carrozzina della bimba, gli agenti rinvenivano una bottiglia di pregiato whisky, priva della placca antitaccheggio, apposta proprio per evitarne il furto.

L’uomo veniva pertanto sottoposto a perquisizione e trovato in possesso di una tronchesina e di una placca antitaccheggio. Peraltro da ulteriori controlli emergeva che l’uomo deteneva, inspiegabilmente, altre bottiglie di superalcolici, delle quali non era in grado di giustificarne il possesso e che non provenivano dallo stesso supermercato, come confermato dalla visione delle telecamere di sorveglianza interne.

A questo punto l’ipotesi investigativa è che si tratti di un ladro seriale che utilizza la carrozzina della neonata per eludere i controlli.

L’uomo, identificato per un 23enne lituano con precedenti per furto e ricettazione, già destinatario di un avviso orale emesso nei suoi confronti lo scorso mese di agosto, veniva pertanto denunciato all’Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, per furto aggravato, porto di chiavi alterate o grimaldelli e ricettazione.

 Prima di allontanarsi dal supermercato gli agenti venivano avvicinati da un nigeriano, destinatario di un programma di assistenza internazionale, che ha voluto testimoniare ai poliziotti di aver notato chiaramente l’azione delittuosa compiuta dall’uomo e di essere colui che ha segnalato il furto ai responsabili dell’esercizio commerciale.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta