Tagli ai trasporti a Perugia, Pd contro il Comune: “Rimodulare subito i servizi per Ferro di Cavallo”

PERUGIA – Presentato questa mattina un ordine del giorno a firma di tutti i consiglieri del gruppo PD volto a chiedere una rimodulazione dei tagli al trasporto pubblico con riferimento al quartiere di Ferro di Cavallo. Nelle more dei tagli (ottantamila km in più rispetto agli anni precedenti) Ferro di Cavallo, importante e popoloso quartiere, per i mesi estivi sta subendo la soppressione della linea H.

La capogruppo PD Sarah Bistocchi sottolinea che “con questi tagli il Comune di Perugia e Busitalia mettono in difficoltà studenti, lavoratori ed anziani: cittadini che, quest’estate, saranno costretti ad utilizzare mezzi privati per spostarsi, contribuendo così ad incrementare traffico ed inquinamento atmosferico ed acustico. Non a caso i residenti del quartiere stanno promuovendo una raccolta firme, che sta riscuotendo molto successo, per chiedere il ripristino delle corse degli autobus. Quando i cittadini di un quartiere arrivano a mobilitarsi sul territorio impegnandosi in prima persona con una petizione popolare, l’amministrazione non può rimanere sorda davanti alle loro esigenze ed istanze come, purtroppo, sta avvenendo nel caso della parziale chiusura di via Magellano, con i disagi e i pericoli che essa comporta.”

La consigliere Emanuela Mori sostiene che “Il nuovo orario dei trasporti locali per il periodo estivo è una vera e propria mannaia, anziché essere la consueta riduzione soft delle corse degli anni precedenti. La soppressione della linea H che collega Ferro di Cavallo al centro storico fino a Piazza Italia, isola uno dei quartieri più popolosi della città, mettendo seriamente in  difficoltà i cittadini, gli anziani spesso diretti agli ambulatori di Piazzale Europa, chi lavora in Centro Storico e coloro  che non possono utilizzare i mezzi privati per spostarsi.

In una città come Perugia, dove l’accesso e la sosta sono da sempre difficoltosi e lo saranno ancora di più con l’aumento delle strisce blu, tagliare le corse degli autobus, soprattutto quando il minimetrò è sospeso per l’ordinaria manutenzione estiva, dimostra una visione errata di città”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta