Assisi, Sindaco Lunghi:”Evitare la disapprovazione del bilancio di previsione 2016″ Un bilancio da 42 milioni di euro. Diminuiti i trasferimenti da Regione e Stato

ASSISI – Assisi è uno dei primi comuni pronto ad approvare il Bilancio di Previsione 2016. Un bilancio di circa 42.000.000 di euro, di cui 17.000.000 di entrate tributarie e 5.900.000 di entrate extra tributarie. I trasferimenti dalla Regione e dallo Stato sono diminuiti attestandosi intorno a 2.000.000 di euro, mentre nel 2009 ammontavano ad euro 9.500.000 e nel 2012 ad euro 3.300.000 circa. Attraverso l’IMU, il Comune contribuisce al Fondo di Solidarietà Comunale per circa 3.300.000 euro. “Altro punto di forza  – spiega il sindaco della città Antonio Lunghi – è la riduzione sia della quota capitale che della quota interessi dei mutui da rimborsare che nel 2016 ci ha fatto recuperare circa 700.000 euro. Il bilancio non prevede l’introduzione dell’imposta di soggiorno, poiché non rientrante tra gli impegni di questo quinquennio, anche se io ritengo che l’imposta vada introdotta per un rilancio vero del settore dell’accoglienza. Alla fine del 2015 nel nostro comprensorio turistico registriamo lo stesso numero di presenze che avevamo nel 1995, venti anni or sono, mentre le presenze nella Regione Umbria nello stesso periodo sono aumentate del 30%”.

Il 2016 sarà comunque un anno di grandi eventi,  tra cui i 500 anni dalla costituzione della Accademia Properziana del Subasio, gli 800 anni del Perdono di Assisi ed i 30 anni dello Spirito di Assisi, manifestazioni che hanno trovato nel Bilancio Preventivo una adeguata risorsa.

Il Documento individua una serie di investimenti riguardanti l’intero territorio comunale e relativi ad opere cofinanziate con fondi nazionali e regionali, alcune delle quali cantierabili non appena il Bilancio sarà approvato.

Altro traguardo raggiunto per la Piscina Comunale. “Abbiamo previsto – spiega il Sindaco – la redazione di un progetto preliminare di riqualificazione dell’intero complesso di Fossa Caroncia comprendente la Piscina e lo Stadio, infrastrutture strategiche del nostro Comune che presentano un’assoluta necessità di un intervento di riqualificazione. Abbiamo preso questa decisione in quanto ci siamo resi conto che i 200.000 euro ipotizzati per riaprire la Piscina non sarebbero stati sufficienti per raggiungere lo scopo, rendendosi necessaria una cifra ben superiore. D’altra parte, se la piscina rappresenta un’opera strategica anche sotto il profilo turistico, essa non può funzionare solo 2 mesi all’anno. Non appena avremo il progetto in mano, ipotizzeremo un possibile finanziamento,procedendo verso la  realizzazione di un intervento fondamentale per il prossimo quinquennio amministrativo.

In conclusione il Sindaco lancia una speranza: “Ciò che occorre assolutamente evitare è la non approvazione del Bilancio Preventivo per le conseguenze negative che comporterebbe sugli impegni che l’intera attuale maggioranza ha assunti in questi anni. Il Bilancio 2016 conclude un ciclo amministrativo. Approvato il Bilancio potremo confrontarci sul futuro di Assisi, ma prima dobbiamo rispondere agli impegni di cui insieme, collegialmente, ci siamo fatti carico”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta