sabato 23 settembre 2017 - aggiornato alle ore 05:51        

Gubbio, presentato il torneo ‘Balestra all’antica all’italiana’

balestra

GUBBIO – E’ stata presentata questa mattina  presso la sala degli Stemmi del Comune in piazza Grande,   la quarta edizione de  ‘TORNEO  B.A.I. – BALESTRA ANTICA ALL’ITALIANA’  che  si svolgerà domenica 23 luglio a partire dalle ore 16  in piazza Grande e  che registra la novità assoluta della presenza  della città di Assisi, oltre che di  Gubbio  e Sansepolcro.   A introdurre i presenti è stato il giornalista di Sansepolcro Claudio Roselli, che ha sottolineato come sempre più la balestra sia strumento di amicizia e di incontro. Marcello Cerbella presidente dei Balestrieri  di Gubbio, nel rivolgere il saluto di benvenuto,  ha ricordato come  «acquista valore e risonanza la sfida a tre e non a due,  con la partecipazione  della società  invitata della Compagnia Balestrieri di Assisi, e  sarà una comptetizione in grande stile,  in costume e con adeguata coreografia. Avevamo invitato anche la città di S. Marino ma  non è stato possibile per il rinnovo dei loro rappresentanti;   il nostro obiettivo  resta  quello di ampliare  in futuro la presenza  anche  di  altre realtà storiche italiane ».

Dario Casini,  presidente della Società dei Balestrieri di Sansepolcro ha affermato:  «  La decisione di invitare Assisi è maturata attraverso il regolare passaggio all’interno dei consigli direttivi dei sodalizi,  per garantire il massimo della trasparenza. Il torneo Bai si allarga e se da una parte accogliamo volentieri gli amici di Assisi, dall’altra sono avviati i contatti con altre società che vantano una storica tradizone.  L’ingresso della Compagnia di Assisi va in un certo senso a rinverdire capitoli di storia che, come testimoniato dai documenti, sono legati a gare cavalleresche periodicamente organizzate fra  città ed è noto che quella di San Francesco avesse più volte affrontato sia gli eugubini che i biturgensi ».  Dal  canto suo,  il  vice presidente della Compagnia  Balestrieri di Assisi Giulio Benincampi,  ha affermato: « E’ un grande onore per noi essere stati invitati a condividere questa esaltante competizione e per me personalmente si avvera un grande desiderio ». A conclusione degli interventi, il  sindaco di Gubbio Filippo Mario Stirati ha ribadito:  «  E’ un momento significato che rappresenta un grande rilancio e avvalora scambi e accordi già esistenti. Con Assisi abbiamo sottoscritto  nel marzo 2015 un protocollo d’intesa che ci lega fortemente, alla luce di comuni  radici storiche, religiose, geografiche, architettoniche e si sostanzia in iniziative come questa, capaci di unire attraverso il folklore lo spirito delle comunità e cementare con atti concreti vincoli antichi  ». Il programma prevede la mattina  di domenica 23 luglio,  alle ore 10,  i tiri di prova in piazza Grande e alle ore 16  l’inizio della cerimonia vera e propria, con il corteo storico e le ‘sonate’ del Campanone; a seguire i tiri di gara; prevista anche l’esizionone del Gruppo Sbandieratori di Gubbio.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta