Narni, domenica al Manini la MM Conteporary Dance presenta lo spettacolo ispirato a Schubert e Gershwin

NARNI – Uno spettacolo ispirato a Schubert e Gershwin, quello che sarà presentato domenica al teatro Manini di Narni. Protagonista la compagnia di danza contemporanea MM Contemporary Dance Company diretta da Michele Merola che ha preparato una performance suddivisa in due parti.

Nella prima il coreografo Enrico Morelli ha voluto affidare il suo nuovo lavoro alla musica straordinaria di Franz Schubert: nessuno meglio del compositore viennese ha saputo interpretare i sentimenti contrastanti dell’amore, la tensione, la malinconia, il rimpianto, ma anche la speranza. Un collage di celeberrimi brani di Schubert fanno da colonna sonora a questo lavoro dedicato alle molte anime dell’uomo contemporaneo.

La coreografia non ha alcuna pretesa o ambizione descrittiva, vive dell’unica ricchezza determinata dall’ispirazione musicale: Schubert Frames è un racconto astratto di solitudini e anime affini, in un’epoca come la nostra, tormentata da un malessere ma anche ansiosamente alla ricerca di un senso e di una speranza di felicità.

Nella seconda Michele Merola, partendo dai migliori brani di Gershwin e dalle suggestioni delle opere pittoriche di  Edward Hopper, presenta Gershwin Suite, la cui colonna sonora antologizza le più accattivanti pagine dell’autore, tra le altre, Summertime, che sigla lo spettacolo e ricorre in più momenti e Rhapsody in blue.

Ispirati direttamente ai quadri di Hopper, sfilano l’intimità dei passi a due e degli assoli, ma anche le scene di insieme, dove voglia di vivere e riscatto dal quotidiano prendono il sopravvento. La scena assume i modi di un set cinematografico, grazie anche ad una scenografia che cambia in continuazione, proprio come in un set.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>