Amelia, sul palco del Teatro sociale il teatro greco di Tindari

AMELIA – Dopo il debutto al Teatro Greco di Tindari, le repliche nell’Acropoli di Selinunte e al Palazzo della Cultura di Messina, “Judas, the guess”, la performance di “teatro totale” di EsosTheatre – Il Teatro degli Esoscheletri di Sasà Neri, entra nella Stagione di prosa del Teatro Sociale di Amelia (Terni), presentato da Comune e Società Teatrale di Amelia in collaborazione con l’associazione “La Luna Obliqua”, WISH (World International Sicilian Heritage) e BIAS Institute.

“Judas, the guess” sarà sul palco del Teatro Sociale di Amelia venerdì 12 aprile alle ore 20:30. “E come sempre – spiega Neri – il vero protagonista sarà il pubblico”.

Lo spettacolo coniuga in unica rappresentazione pittura, installazioni, recitazione, danza, canto e musica rigorosamente dal vivo. Tra le decine di performer in scena Gianluca Minissale, Davide Colnaghi, Alice Ingegneri, Viviana Romano, Claudia Aragona, Maria Smeralda De Luca, Giacomo Cimino, Riccardo Ingegneri, Simone Siclari, Giorgio Galipò. Oltre ai cori polifonici, impegnate diverse voci soliste, compresa Chiara Caravella (anche vocal coach della compagnia) e la band guidata da Giulio Decembrini (anche direttore musicale e corale e firma degli arrangiamenti). Le coreografie sono di Claudia Bertuccelli. Regia e drammaturgia sono di Sasà Neri.

Nel copione si ritrovano suggestioni ispirate, tra l’altro, da Gibran, De Andrè, Battiato, Bulgakov, Caparezza ed estratti tratti dal manoscritto “Judas the Guess: il processo dell’umanità” dell’autrice avvocato Chiara Modica Donà Dalle Rose che ne sarà anche interprete sul palco. Per la quarta volta sulla scena di “Judas the Guess” faranno da scenografia le opere dell’artista Rosa Mundi: “La chiave dell’ultima cena”, “Dodecaedro Inside” con “La foresta Abramitica”. Live la pittrice Solveig Cogliani realizzerà un’opera “dentro” lo spettacolo, e ispirata dallo spettacolo stesso. Si integrerà con gli Esoscheletri Sarita Marchesi Van Der Meer, artista BIAS italo-olandese, cantante lirica e attrice cinematografica.Tra le voci recitanti eccezionalmente sarà on stage anche l’avvocato Marcello Consiglio, penalista di fama.

Nella colonna sonora, arrangiati per questa performance, si ritrovano “O Fortuna” (Carmina Burana), “La Cura” (Franco Battiato), “Halleluja” (Leonard Cohen), “Com’è profondo il mare” (Lucio Dalla), “Dessumiis Luge” (antico canto gaelico), “Nel naufragio” (Fabrizio Pollio), “Hurt” (Johnny Cash), “The sound of silence” (Simon & Garfunkel), “Stand Up” (Hindi Zahra), “Maddalena” (Mannarino).

“Siamo orgogliosi e grati – dice Sasà Neri – di questa opportunità di far conoscere EsosTheatre ad un pubblico nuovo, in un luogo così importante e suggestivo”. Il Teatro di Amelia è, infatti, uno dei rari esemplari di teatro settecentesco, interamente in legno, dalle strutture ai meccanismi scenici tuttora perfettamente funzionanti, progettato dall’architetto Cansacchi di Amelia che per l’occasione si avvalse anche del giovane Gustavo Selva che solo 10 anni più tardi progettò sulla stessa pianta del teatro amerino la “Fenice” di Venezia. Dichiarato dal Ministero dei Beni Culturali monumento di particolare interesse storico ed artistico, il Teatro è di proprietà della stessa Società Teatrale sorta per la sua realizzazione nel 1783, oggi presieduta da Riccardo Romagnoli, ed è sede dell’Ameria Festival. Il palcoscenico è stato utilizzato come scenografia per 42 film, come il “Marchese del Grillo” con Alberto Sordi o il “Pinocchio” di Comencini con Nino Manfredi.

Info e contatti stampa: Iria Cogliani – cogliani.itam@gmail.com – 3298346593

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail