‘Mezzanotte bianca della cultura’ tra performance artistiche, teatro, lettura e musica L’Associazione Borgo Bello insieme ad altri partner quest’anno darà forma ad una manifestazione non solo basata sull’intrattenimento ma anche su contenuti culturali

PERUGIA – Quest’anno la sesta edizione dell’evento organizzato dall’Associazione Borgo Bello in tutta la zona di Borgo XX Giugno e Corso Cavour previsto per venerdì 1 settembre assume una vesta nuova con connotazioni culturali di alto valore. La ‘Mezzanotte bianca della cultura’, così denominata anche per dare una limitazione temporale all’iniziativa che durerà dalle ore 18 alle 24 – proprio per evitare che gli schiamazzi notturni disturbino i residenti –, si basa su una fitta sinergia oltre che con le istituzioni pubbliche quali Comune di Perugia e Regione Umbria, anche con una serie di partner che contribuiranno ad apportare ognuno il loro contributo. Il Direttore Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria Luana Cenciaioli sostiene che “questo appuntamento, che vede coinvolti più partner, rappresenta un momento importante perché denota che siamo tutti uniti per la cultura e per la sua promozione”. Fabrizio Croce dell’Associazione Borgo Bello sottolinea come questa inedita edizione, che si può definire anche la numero zero, ha voluto andare oltre l’evento di puro intrattenimento, per aprirsi in mondo significativo al mondo della cultura a 360 gradi. La presenza dei soggetti partecipanti tra i quali Fare libri e fare lettori e l’Associazione degli editori umbri “ha permesso – continua Croce – di creare un programma “labirintico” tra concerti che vanno dalla musica antica a quella punk, performance artistiche, danze, spettacoli teatrali, letture di poesie e molto altro ancora”. Il 1 settembre contemporaneamente saranno aperti Palazzo Penna, il Museo Archeologico nazionale dell’Umbria e l’Abbazia di San Pietro dove potranno essere visitate le collezioni presenti in ognuno di questi spazi. Anche la Chiesa di San Giuseppe verrà aperta per l’occasione. E oltre ai luoghi di cultura, ci sono anche svariati esercizi commerciali che aderiranno alla manifestazione ospitando al loro interno iniziative culturali. E nello stesso giorno anche un’altra iniziativa si intersecherà con la ‘Mezzanotte Bianca’ cioè lo ‘Sbaracco’ che consentirà di unire gli aspetti più commerciali anche legati allo shopping con quelli più culturali, mettendo insieme gli operatori sia di un settore che dell’altro. “Per migliorare la qualità del quartiere – conclude Croce – è necessario puntare su iniziative che coinvolgano tutte le persone della zona, tra residenti, commercianti e associazioni. E con la decisione di concludere l’iniziativa a mezzanotte abbiamo cercato di andare incontro ai residenti, anche se siamo consapevoli che gli insoddisfatti ci saranno sempre, questo è fisiologico”. Il presidente dell’Associazione degli Editori umbri Fabio Versiglioni afferma che è la prima volta che partecipano a questa manifestazione, e il loro ruolo sarà centrale con la partecipazione di diciannove case editrici umbre, che si alterneranno con una serie di attività incentrate sulla presentazione di libri e contestualmente su conversazioni e letture anche recitate, anche all’intero della Caserma dei Carabinieri. L’Associazione Fare libri e lettori in Umbria, per mezzo del suo presidente Roberto De Romanis, afferma: “Abbiamo aderito a questa iniziativa per immettere dei contenuti culturali a un contenitore già esistente. Il nostro evento si basa  su un percorso guidato che si terrà presso il Museo Archeologico, in cui sarà possibile vedere performance artistiche che, ispirate dalla lettura di un testo, si articoleranno nella creazione di dipinti e sculture. Lo sforzo e l’impegno che abbiamo profuso è stato grande ed importante e speriamo che il consistente afflusso di visitatori possa ripagare il lavoro svolto”. Leonardo Varasano presidente del Consiglio del Comune di Perugia ringrazia gli organizzatori per questa interessante iniziativa che rappresenta “una miscela di attività di intrattenimento e di cultura di elevato profilo”. E continua affermando che “iniziative del genere rappresentano un valore aggiunto anche per fare sicurezza tramite l’occupazione sana del territorio soprattutto in una zona della città che è tra le più belle anche perché contiene un pezzo significativo della nostre radici”. Insomma con questa sinergia tra istituzioni, associazioni, residenti, luoghi di cultura e spazi commerciali, la serata del 1 settembre rappresenta un appuntamento cui non poter mancare.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>