Elezioni, Potere al popolo: “Costituzione, l’abbiamo difesa ora applichiamola! “

PERUGIA – Conferenza stampa di Potere al Popolo in Provincia. “Abbiamo difeso la Costituzione, ora applichiamola! La terza settimana di campagna elettorale tematica di Potere al Popolo – Umbria riguarda la Costituzione, fondamento della democrazia italiana, patto tra forze sociali che, dopo la guerra e il fascismo, indicarono al legislatore le linee guida per la costruzione di una società libera, antifascista e improntata al welfare. Nel corso degli anni, però, abbiamo assistito allo smantellamento dello stato sociale e alla strumentalizzazione del testo costituzionale su tutti i fronti, per cui oggi è necessario dire chiaramente che “la Costituzione non è uno slogan elettorale, ma è un programma politico che il neoliberismo gli ultimi vent’anni ha calpestato . L’ultimo attacco a cui ha resistito la Costituzione – sostiene Andrea Ferroni, candidato capolista alla Camera al proporzionale – è stato respinto nel 2016 dal 60% degli italiani, che hanno bocciato i piani di un governo intenzionato a delegittimare la rappresentanza parlamentare, a togliere al Popolo il potere di decidere sulle sue sorti”. È da quella risposta collettiva che dobbiamo ripartire per riaffermare la centralità della Costituzione nella politica e nella tutela degli interessi generali. Il diritto alla sanità gratuita, l’istruzione pubblica a tutti i livelli, il diritto al lavoro e alla casa, il ripudio della guerra sono priorità che non possono scontrarsi con i profitti di pochi, sono le armi che abbiamo per costruire una società equa e giusta. Fabio Sebastiani, candidato al Senato al collegio uninominale Umbria 1 : “Potere al Popolo vuole leggi scritte e attuate nel rispetto dei principi sanciti dalla Costituzione, vuole il controllo dal basso sulle decisioni pubbliche. Per noi è necessaria la cancellazione dei trattati europei, come quello che ha imposto il pareggio di bilancio per lo Stato, che tolgono servizi, diritti e sovranità al popolo”. E ancora Ceccarelli, candidato al collegio uninominale alla Camera per il collegio Umbria 2: “Parlare di Costituzione significa rimettere al centro del dibattito il tema della laicità dello Stato. La stessa laicità che dovrebbe essere garantita dalle istituzioni pubbliche a partire dalla Scuola, come previsto dalla legge di iniziativa popolare sulla scuola sostenuta da Potere al Popolo”.

Conclude Andrea Ferroni: “Il dato emerso dalla lettura dei flussi elettorali conferma che al Referendum del 4 Dicembre, l’82% degli under 35 ha votato NO, non tanto per salvare il Senato, ma come espressione di rabbia verso politiche neoliberiste messe in atto dall’allora governo Renzi. L’obiettivo di Potere al Popolo è di non bruciare un’ennesima generazione politica, consolidando quel risultato che è lo spartiacque che delinea la linea politica stessa del progetto antiliberista. Il NO alla contro-riforma Renzi-Boschi non è stato che l’inizio di una nuova unità per tutte quelle lotte che hanno sempre continuato a credere nei valori della democrazia, portandoli in piazza ed applicandoli ogni giorno nei luoghi di studio e di lavoro; quei valori che il 4 marzo faranno alzare insieme la testa a chi la testa non l’ha mai abbassata, per entrare in Parlamento a difendere diritti e non a negoziare gentili concessioni. In questa settimana saremo ancora nei luoghi di democrazia per far conoscere il nostro programma e risvegliare una coscienza collettiva su come far fronte alle ingiustizie che subiamo su ogni fronte”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta