Aria inquinata, Terni e Foligno le peggiori dell’Umbria Secondo i dati dell'Arpa nel 2016 fino a 59 sforamenti del limite di Pm10 nell'aria

L’anno nuovo è iniziato bene, in Umbria, sotto il profilo dell’aria inquinata: la neve e il vento gelido hanno spazzato via lo smog che negli ultimi mesi ha afflitto le maggiori città della regione. Ma il 2016 è stato piuttosto difficile, con numerosi sforamenti del limite di Pm10 consentito nell’aria. Secondo i dati forniti da Arpa Umbria, la maglia nera va a Terni, che ha raggiunto 59 superamenti secondo i rilevamenti della centralina ubicata nel quartiere Le Grazie. Male anche Foligno, andata 38 volte sopra i limiti. Ma c’è anche Narni, con 41 superamenti. Le altre principali città risultano invece essere nella norma. Nel 2015 a Terni la situazione era ben peggiore, con 69 sforamenti, “solo” 37 invece a Foligno e 38 a Narni.
Per contenere lo smog sono stati diversi i provvedimenti adottati nei vari Comuni umbri, legati soprattutto al blocco delle auto più inquinanti. Ma la situazione resta sempre precaria e spesso legata alle condizioni atmosferiche.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>