Foligno punta sull’avioturismo, all’aeroporto c’è l’impianto di distribuzione carburante Grazie alla Fondazione Carifo, nuove opportunità di sviluppo per l'infrastruttura e per la città

FOLIGNO – Foligno punta sull’aviturismo per promuovere nuove opportunità di sviluppo sul territorio. L’aeroporto “G. Franceschi” da venerdì scorso è stato infatti dotato di un nuovo impianto di distribuzione di carburante per aeromobili, che consentirà il rifornimento ai mezzi. Si tratta di un’iniziativa promossa dal Comune di Foligno e dal Consorzio Aeroporto Foligno-Spoleto e interamente finanziata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno.
“Dopo la storica apertura della nuova strada statale 77 – ha detto il sindaco, Nando Mismetti – oggi è un’altra giornata importante per il territorio, perché la sfida al cambiamento non riguarda il futuro ma il presente. Grazie all’apporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, l’aeroporto ha ora una serie di servizi in grado di garantire non solo un’attività di protezione civile ma anche quella del turismo privato che si può muovere lungo un asse tra Roma, Assisi e Loreto che può coinvolgere il nostro territorio”.
Il sindaco Mismetti ha ringraziato il Presidente della Fondazione, Gaudenzio Bartolini, e il suo predecessore, Alberto Cianetti, “per la loro azione che, nel tempo, ha portato all’inaugurazione di questo servizio, strategico per il nostro scalo”. Alla cerimonia di inaugurazione è intervenuto, tra gli altri, anche il direttore generale della vigilanza tecnica dell’Enac, Roberto Vergari, per il quale “molti turisti che volano in aereo programmano i viaggi in base alla disponibilità di stazione di carburante e questa struttura porterà senz’altro a risvolti positivi di crescita”.
“Sono una trentina – ha rilevato Gaudenzio Bartolini, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno – le aziende che lavorano nel comparto aeronautico ed aver dotato il nostro aeroporto della stazione carburante non rappresenta soltanto un’opportunità in più sul fronte imprenditoriale ed occupazionale, ma anche un’occasione strategica per il settore turistico ed il rilancio stesso dell’intera struttura che si candida così a diventare un punto di riferimento internazionale per l’avioturismo. Queste operazioni – ha concluso – rientrano nella mission stessa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, privilegiando in particolar modo quegli interventi che possano portare risultati concreti per l’aumento dell’occupazione nel territorio”.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>