Ternana, pronta la domanda di ripescaggio. Mercato, anche Paolucci potrebbe lasciare

In quale categoria giocherà la Ternana il prossimo anno? Difficile ad oggi dare una risposta. Pagni e i suoi collaboratori continuano a lavorare per allestire una squadra in grado di competere ai massimi livelli in serie C, ma è anche possibile un ritorno “dalla porta di servizio” in B. Il tutto tramite ripescaggio e non riammissione. Quest’ultima, da regolamento, toccherebbe all’Entella, la migliore delle retrocesse, avendo avuto la peggio nel playout con l’Ascoli senza tra l’altro mai perdere in campo. La società rossoverde dovrebbe quindi presentare domanda di ripescaggio con allegata la tassa da 700 mila euro a fondo perduto, cosa che secondo indiscrezioni sarebbe disposta a fare.

A far sperare i tifosi per la terza volta dopo il 2002 ed il 2011 la situazione complessa vissuta da tre società: la prima è il Bari, che entro la fine del mese dovrebbe saldare il debito contratto di oltre 5 milioni di euro, oltre che pagare tre mensilità arretrate (marzo, aprile e maggio), iscrivere la squadra al campionato e nel frattempo ricostituire il capitale sociale (fatti riportati dalla Gazzetta dello Sport). Il presidente Giancaspro ha manifestato le intenzioni di onorare gli impegni, ma qualora non dovesse riuscirci sarebbe pronto a subentrare un imprenditore (Paparesta?) oppure un socio dello stesso patron; la seconda è quella del Cesena, che dovrà sanare un buco di circa 53 milioni di euro con i fisco, con l’Agenzia delle Entrate che potrebbe accettare il piano di rateizzazione proposto dalla società romagnola; terzo ed ultimo caso quello del Foggia, finito nell’occhio del ciclone a causa del pagamento in nero delle proprie imposte. La Giustizia Sportiva dovrebbe prendere una decisione in merito il prossimo 22 giugno. E intanto la Ternana resta alla finestra.

MERCATO, UN ALTRO PEZZO FORTE VERSO L’ADDIO – Definito già da alcuni giorni l’arrivo di Fazio, si darà la priorità alle cessioni. Tra queste quella del centrocampista Andrea Paolucci (1986), 23 presenze nell’ultimo disastroso campionato, che è terminato nelle mire del Vicenza, da poco passato nelle mani di Renzo Rosso, numero uno di Diesel, vicinissimo alla fusione con il Bassano. Nonostante sia legato ancora per un anno al club di Via della Bardesca l’esperto giocatore potrebbe fare presto le valigie. Per quanto riguarda il portiere non è un mistero che Pagni voglia puntare sul ventottenne Anthony Iannarilli, in uscita dalla Viterbese. Ci sarà da fronteggiare una certa concorrenza, con diverse squadre di C pronte a recapitargli un’offerta.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta