Cannara, ottima riuscita per l’iniziativa della Cgil sulle lotte operaie

CANNARA – Oltre 100 persone hanno partecipato ieri sera a Cannara all’incontro organizzato presso l’Auditorium S.Sebastiano dall’IRES-CGIL Umbria e dall’Associazione Valore Comune.
Nell’ incontro che ha rievocato le lotte contadine del 1948, che videro l’arresto di mezzadri di Cannara, difesi dall’avv.Umberto Terracini (presidente della Costituente) si  è messa  in evidenza la sentenza della Cassazione , che sanci’ i diritti dei lavoratori della terra, contro quelli dei proprietari agrari e che fece testo a livello nazionale.

Non è stata solo un iniziativa, che ha  indicato il valore della memoria storica , ma si è sottolineato il valore moderno e attuale del conflitto sociale, come necessario motore di una necessaria innovazione all’insegna dell’equità e della solidarietà.

Le lotte mezzadrili in Umbria hanno infatti  costituito la base per la trasformazione democratica dell’Umbria, negli anni ’60 e ’70 e per la costruzione di una nuova classe dirigente, ancorata ai valori della sinistra e della Costituzione.

Il lavoro, in forme nuove e moderno torna ad essere l’asse su cui costruire una nuova fase di sviluppo dell’Umbria e del Paese.

Dall’iniziativa di ieri in collaborazione con l’Università di Perugia, partirà una ricerca che fonderà i temi di carattere storico con i lineamenti di un nuovo possibile e necessario sviluppo all’insegna dell’equità e dell’applicazione dei diritti costituzionali.

All’iniziativa di Cannara sono intervenuti Mario Bravi(Presidente IRES- CGIL Umbria), Fernanda Cecchini(assessore regionale), Renato covino(storico, Università di Perugia), Mario Tosti(Università di Perugia e Presidente ISUC), Teresa Spoletini (Lega SPI CGIL Assisi-Bastia).

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>