Norcia: la restituzione degli importi non dovuti del C.A.S. potrà avvenire a rate

NORCIA – La restituzione degli  importi non dovuti del contributo di autonoma sistemazione (C.A.S.) potrà avvenire a rate. Lo ha deciso nei giorni scorsi la giunta comunale, presieduta dal sindaco Nicola Alemanno, dopo  aver avviato un procedimento di verifica e controllo delle autodichiarazioni rese dai cittadini per beneficiare del C.A.S.,  ossia del  contributo – alternativo ad altre forme di assistenza – spettante ai nuclei familiari ‘la cui abitazione principale, abituale e continuativa sia stata distrutta in tutto o in parte, ovvero sia stata sgomberata in esecuzione di provvedimenti delle competenti autorità’ adottati in seguito agli eventi sismici del 2016. Tutti coloro che non risultano in possesso di tali requisiti sono tenuti a restituire quanto eventualmente percepito e non dovuto. Per questa ragione, la giunta comunale, viste le istanze di rateizzazione pervenute per la restituzione di quanto indebitamente percepito a titolo di contributo di autonoma sistemazione, ha stabilito di autorizzare il pagamento rateale qualora ‘siano autodichiarate difficoltà economiche tali da non consentire la restituzione in un’unica soluzione della somma percepita e non dovuta oppure la somma da restituire sia superiore ad euro 500′. Inoltre, qualora l’importo non superi i 5 mila euro, sono previste un massimo di quattro rate trimestrali mentre, qualora l’importo da restituire sia superiore, sono previste un massimo di otto rate trimestrali. La giunta ha stabilito che, ‘in caso di mancato pagamento alla scadenza di una delle rate previste dal piano di rientro, il debitore decadrà automaticamente dal beneficio della rateizzazione e l’intero importo non ancora pagato dovrà essere versato in un’unica soluzione’. Trattandosi di fondi erogati dal Dipartimento di Protezione Civile Nazionale e tenuto conto che le somme restituite verranno riutilizzate per il pagamento del contributo di autonoma sistemazione agli aventi diritto, non è prevista l’applicazione degli interessi.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail