Palazzo Cesaroni, convegno su “Regioni ed Europa, il ciclo del processo legislativo dell’ordinamento europeo”

PERUGIA – “Regioni ed Europa-Il ciclo del processo legislativo dell’ordinamento europeo”: è questo il tema di un convegno che  si svolgerà a Perugia, venerdì 29 giugno, alle ore 9.30, nella Sala Brugnoli di Palazzo Cesaroni (piazza Italia,2) su iniziativa del Centro studi giuridici e politici della Regione Umbria e con il patrocinio dell’Assemblea legislativa dell’Umbria.

Il programma dei lavori è articolato in due sessioni, mattutina e
pomeridiana.  PRIMA SESSIONE-inizio ore 9.30. I temi del convegno saranno illustrati dalla presidente dell’Assemblea legislativa, Donatella PORZI, seguirà la relazione introduttiva di Antonio D’ATENA (Università degli Studi di Roma Tor Vergata) e gli interventi di: Paolo PONZANO (Già Direttore presso la Commissione europea e docente al Collegio europeo di Parma) “Rapporti tra Istituzioni europee, Stati membri e Regioni nella costruzione delle regole europee (fase ascendente del processo legislativo)”; Antonio ESPOSITO (Capo della Segreteria istituzionale del Presidente della Camera dei Deputati) “L’intervento del Parlamento nella formazione e nell’attuazione delle
regole europee di raccordo con le Regioni”. Coordina Marco Lucio CAMPIANI
(Presidente del Centro Studi Giuridici e Politici della Regione Umbria)

SECONDA SESSIONE-inizio ore 15,30. Porteranno i loro contributi: Barbara SARDELLA (Funzionaria Assemblea legislativa della Regione Marche) “L’esperienza regionale nella costruzione e nell’attuazione delle regole europee”; Fabio RASPADORI (Università degli Studi di Perugia) “Il contributo delle reti interregionali al processo di integrazione europea”. Seguiranno interventi programmati e dibattito. Hanno confermato il loro interventi: Roberto MORRONI presidente del gruppo Forza Italia della Regione Umbria; Andrea SMACCHI Presidente della I Commissione permanente
dell’Assemblea legislativa della Regione Umbria.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta