Strade, opposizione all’attacco a Perugia: “Il sindaco rifà la segnaletica orizzontale ma non interviene sulle buche”

PERUGIA – Segnaletica orizzontale su strade lunari. E’ l’accusa del gruppo consiliare del Pd diretta al sindaco Romizi dopo gli interventi di via dei Filosofi. “Ci risiamo. Come già accaduto in varie parti della città anche in via dei Filosofi l’Amministrazione comunale realizza segnaletica nuova fiammante su strade “lunari”. La segnaletica orizzontale – dicono – è stata rifatta direttamente su buche, crateri, e rigonfiamenti dell’asfalto. Invece di procedere ad interventi radicali di sistemazione dei tratti viari cittadini, ridotti a tratturi quasi impraticabili, si procede a stendere chilometri di vernice sulle strade in dissesto e, addirittura, in una zona dove a breve ci sarà un importante intervento di ENEL (come riportato nella DD 18 del 6 febbraio u.s.) per la posa di cavi sotto il manto stradale. Questo tipo di interventi è figlio della politica spot tipica di una Amministrazione cittadina scollegata dalla realtà: sarebbe bastato che l’Assessore competente (quello delle strade come tavoli da biliardo per intenderci) fosse passato in via dei Filosofi per capire come risulti impensabile rifare le strisce sui sassi e sulla terra che hanno sostituito il catrame. Similmente a strada degli Ornari, come sottolineato alcuni giorni fa, si è provveduto a rifare la segnaletica stradale, in quel caso imponendo limiti assurdi, sprecando, di fatto, le risorse destinate agli interventi per le migliorie stradali. Meglio sarebbe avere un coordinamento serio al fine di intervenire sulla situazione viaria cittadina piuttosto che continuare con questo modo di procedere a tentoni che lascia perplessi e sconcertati i cittadini”.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>