Bevagna celebra l’omeopatia e la famiglia Mattòli, dall’800 esponente di spicco a livello nazionale di questa dottrina

BEVAGNA – Bevagna si prepara a celebrare due illustri concittadini scomparsi da diverso tempo. Si tratta di due famosi membri della famiglia Mattòli, che hanno segnato la storia della città delle Gaite ma non solo, ricoprendo importanti ruoli anche al di fuori dei confini umbri. A 150 anni dalla morte, infatti, il borgo umbro ricorderà Agostino Mattòli Sr (1801-1869), patriota repubblicano, amico di Giuseppe Mazzini e Aurelio Saffi, rappresentante della Provincia di Perugia alla Costituente Romana del 1849, primo sindaco di Bevagna dopo l’Unità d’Italia e medico omeopata di fama, che curò – fra l’altro – molti concittadini in occasione dell’epidemia di Colera del 1855. Accanto a lui, poi, Bevagna renderà omaggio anche al nipote Agostino Mattòli Jr (1873-1929), del quale ricorrono in questo 2019 i 90 anni dalla scomparsa. Onorevole del Parlamento, fu stretto collaboratore e medico omeopata di famiglia di Giovanni Giolitti e di molti altri parlamentari e nomi famosi della Roma degli anni Venti. A loro, dunque, la città di Bevagna ha deciso di dedicare la giornata del 25 maggio prossimo. In programma – con inizio alle 15.30 e conclusione alle 18.30 – un seminario commemorativo ospitato all’Auditorium di Santa Maria Laurentia. All’evento saranno presenti anche le istituzioni locali, a cominciare dal sindaco Annarita Falsacappa e dall’assessore alla cultura, Rita Galardini, per poi passare al presidente dell’Accademia di Bevagna, Marta Gaburri. Dopo i saluti istituzionali a prendere la parola saranno gli esperti. Il primo ad intervenire sarà Fabio Bettoni, storico dell’Università di Perugia, che terrà una relazione dal titolo “Agostino Mattòli Sr e il Risorgimento in Umbria”. Seguirà Francesco Negro, medico omeopata e direttore del Museo dell’Omeopatia di Roma, che illustrerà al pubblico dell’Auditorium l’“Omeopatia nello Stato Pontificio”. Mentre la chiusura spetterà a Pindaro Mattòli, medico omeopata in Perugia, e a Riccardo Mattòli, docente di Lettere a Roma, su “i medici omeopati della famiglia Mattòli”. Concluso il momento di approfondimento si passerà al taglio del nastro della Mostra permanente della Famiglia Mattòli (ore 18.30). Ospitata all’interno del Museo di Bevagna, a palazzo Lepri, vedrà l’esposizione di numerosi libri, riviste, foto e oggetti vari d’epoca donati dai vari discendenti della Famiglia, relativi ai numerosi medici omeopati (12) e ad altri personaggi famosi in diversi ambiti. Tra gli altri, il famoso regista Mario Mattòli, gli imprenditori Dino, Luciano e Socrate Mattòli, il chirurgo Aristide Mattòli, il letterato Epaminonda Mattòli e il militare Enrico.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail