Pubblico impiego e scuola al voto, Sgalla (Cgil Umbria): “Grande appuntamento di democrazia”

PERUGIA – “Da domani a giovedì oltre 40mila lavoratrici e lavoratori umbri del pubblico impiego e della conoscenza (scuola, università, alta formazione) saranno chiamati alle urne per eleggere i propri rappresentanti sindacali. È evidente che questo appuntamento rappresenta una grande prova di democrazia per il paese e per la nostra regione”. Ad affermarlo è il segretario generale della Cgil dell’Umbria, Vincenzo Sgalla. “Tanto più alta sarà la partecipazione al voto – continua Sgalla – tanto più forte sarà il messaggio che arriverà alla politica e alle istituzioni: il Paese può e deve uscire dalla crisi investendo sul lavoro pubblico e su tutte quelle donne e uomini che garantiscono servizi, assistenza e diritti”.

“Da parte sua, la Cgil arriva a questo appuntamento forte di una coerenza nelle battaglie combattute in questi anni – continua a Sgalla – a difesa del lavoro pubblico, dei servizi e della contrattazione, strumento indispensabile per difendere qualità e organizzazione dei servizi ai cittadini. E le Rsu, almeno per noi, rappresentano quel presidio necessario per realizzare tutto ciò. Per questo voglio ringraziare a nome di tutta la Cgil dell’Umbria le centinaia di lavoratrici e lavoratori che hanno deciso di mettere la loro faccia sotto il quadrato rosso della Cgil, candidandosi a rappresentare migliaia di loro colleghe e colleghi con impegno, competenza e passione. Loro sono la Cgil”.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta