Web e nuove tecnologie: insegnanti, studenti e genitori insieme contro i reati online

Orientare e formare insegnanti e genitori rispetto ai bisogni dei nativi digitali e all’utilizzo consapevole e responsabile del web e delle nuove tecnologie per la comunicazione in un’ottica di inclusività, di personalizzazione dell’apprendimento, di motivazione all’apprendimento e di prevenzione di episodi di violenza online e cyberbullismo, di sexting e di ritiro sociale. Tutto con la partecipazione attiva dei ragazzi delle classi seconde della scuola secondaria di primo grado. Questo è l’obiettivo del progetto sperimentale “Di chi è la “storia”? Minori e Internet: educazione ad un uso consapevole del web” che si terrà presso l’Istituto Comprensivo Massa Martana, organizzato con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, con la partnership dell’associazione Risorse & Talenti e grazie al supporto della Preside Dott.ssa Silvana Raggetti. I dati delle ricerche dell’A.U.R. “Diventare grandi in tempo di crisi” e “Crescere sgomitando tra i grandi” ci restituiscono l’immagine di preadolescenti e adolescenti che utilizzano il web per informarsi, comunicare e partecipare. Il fatto di essere nativi digitali, però, non fa dei giovani dei nati “imparati”. Stiamo vivendo il cambiamento di un’epoca e di fronte a questo scenario genitori ed insegnanti si trovano disorientati rispetto al proprio ruolo educativo poiché non si riconoscono nel contesto e negli stili di vita di preadolescenti e adolescenti. Al progetto “Di chi è la “storia”? Minori e Internet: educazione ad un uso consapevole del web” ideato e condotto dalle coach umaniste Susanna Biancifiori e Sara Bodio e dai social media manager Alessandro Carlaccini e Francesca Fausti, in programma a partire da venerdì 15 febbraio 2019 dalle ore 16.00 alle ore 18.00 presso la sede centrale dell’Istituto Comprensivo Massa Martana in viale Europa 10, parteciperanno gli alunni delle classi seconde della scuola secondaria di secondo grado e gli insegnanti e i genitori degli alunni di ogni ordine e grado. Due i moduli del progetto: •5 incontri teorico-esperienziali per i genitori e per gli insegnanti, in cui si farà luce su chi sono i nativi digitali e su quali sono i loro bisogni, su come sono cambiate la famiglia e la scuola nell’era di Internet e in cui si individueranno le potenzialità dei genitori e degli insegnanti  affinché possano educare i propri figli e alunni ad un utilizzo consapevole, positivo e responsabile di Internet e delle nuove tecnologie per la comunicazione favorendo l’amore per l’apprendimento, la motivazione scolastica e prevenendo episodi di devianza sociale come il cyberbullismo; • 5 incontri teorico-esperienziali per gli alunni, che impareranno a conoscere e riconoscere potenzialità e limiti, possibilità e rischi del web e delle nuove tecnologie per la comunicazione e rifletteranno sull’importanza di avere un’immagine virtuale in linea con la propria immagine reale. I ragazzi, inoltre, saranno impegnati ad organizzare una lezione su Internet e sui social network che terranno davanti a genitori ed insegnanti.  Il progetto è stato pensato con l’approccio innovativo del Coaching Umanistico, il metodo di allenamento delle potenzialità delle persone e delle relazioni tra persone, che si concentra sull’individuazione e sullo sviluppo delle potenzialità dell’individuo in rapporto ai suoi contesti come base sulla quale costruire percorsi di azioni concrete volte al raggiungimento degli obiettivi. L’appuntamento di Massa Martana è inserito nell’ambito del Bando “Educazione Istruzione e Formazione 2018 – Partiamo dagli adulti” della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, che vuole promuovere progetti di formazione e accompagnamento dei genitori e degli insegnanti per il rispetto e l’utilizzo delle nuove tecnologie per la comunicazione.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>