Scomparsa Cardarelli, il cordoglio social delle istituzioni. Le preghiere dell’arcivescovo Boccardo Barberini ricorda l'impegno per l'ospedale Foligno-Spoleto. Marini: "Dolore immenso"

SPOLETO – La morte, domenica mattina per un malore improvviso, del sindaco di Spoleto Fabrizio Cardarelli ha colpito molto la comunità politica umbra. Tanti i commenti di cordoglio delle istituzioni umbre, che hanno scelto i social network, il mezzo più veloce e immediato. Il primo è stato l’assessore regionale alla Sanità, Luca Barberini, che sul suo profilo Facebook ha ricordato l’impegno del sindaco per il progetto d’integrazione degli ospedali di Foligno e Spoleto, con una foto relativa a uno degli ultimi incontri sul tema: “L’improvvisa e prematura scomparsa del sindaco di Spoleto addolora tutta l’Umbria. Fabrizio Cardarelli era un uomo delle istituzioni, a servizio della città, sempre attento ai bisogni e pronto a collaborare per il bene della comunità. Da ultimo, ricordo in particolare icardarelli-ospedali-Foligno-spoletol suo impegno per il progetto di collaborazione degli ospedali di Foligno e Spoleto, portato avanti con convinzione insieme al sindaco di Foligno, per realizzare un nuovo modello di sanità e dare risposte più efficaci ai bisogni di salute dei cittadini e del territorio, avviando un percorso che questa parte dell’Umbria attendeva da anni. Esprimo profondo cordoglio e grande vicinanza alla sua famiglia e all’intera comunità spoletina”.
La presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, pubblicando una foto che li ritrae insieme, ha scritto: “Ciao Fabrizio, ti voglio ricordare così sorridente, soddisfatto, solare. Eri davvero una persona perbene e come tale hai fatto politica. Ho un dolore immenso ma ricorderò pian piano tutto quello che generosamente hai fatto per Spoleto e per l’Umbria”.
La parlamentare Anna Ascani ha detto: “Spoleto è più povera oggi. Fabrizio Cardarelli era anzitutto una brava persona, un uomo delle istituzioni. Mancherà”.
Il sindaco di Foligno e presidente della Provincia, Nando Mismetti, ha fatto sapere di essere “colpito profondamente sia come rappresentante delle istituzioni che dal punto di vista umano. In questi anni, nonostante collocazioni politiche diverse, la città di Spoleto ha sempre collaborato con la Provincia di Perugia in maniera fattiva e proficua. Inoltre sul piano personale i rapporti sono sempre stati caratterizzati da massima simpatia e cordialità. A nome della Provincia esprimo il più profondo e sincero cordoglio e vicinanza alla famiglia in questo momento di lutto e di dolore”.
L’arcivescovo di Spoleto, mons. Renato Boccardo, sul sito www.duemondinews.com, ha fatto di sapere di “elevare al Signore fervide preghiere di suffragio invocando la pace eterna per la sua anima ed esprime cordiale vicinanza alla moglie, ai figli, alla mamma e agli altri familiari.in questo momento di dolore che avvolge l’intera Città”. Boccardo ha anche sottolineato in particolare la proficua collaborazione col Sindaco Cardarelli su argomenti di interesse comune e la particolare attenzione del primo cittadino all’azione della Caritas diocesana. “Proprio l’altro giorno – ha fatto sapere l’arcivescovo – ci siamo sentiti al telefono per un nuovo progetto da realizzare in sinergia a favore delle famiglie che vivono sotto la soglia di povertà e per fare il punto della situazione sulle chiese di Spoleto chiuse a seguito del terremoto dello scorso anno. Uomo generoso e cordiale, figlio, marito, padre premuroso e docente stimato, Sindaco sapiente, appassionato e impegnato alla ricerca del bene comune, insieme alla Pastorale giovanile della Diocesi fu tra gli insegnanti-promotori delle ripetizioni gratuite agli studenti. Eletto Sindaco ha continuato, con discrezione e immutata professionalità, in questo servizio alle giovani generazioni, per le quali ha speso gran parte della sua vita e nelle quali riponeva grande fiducia per il futuro della Città”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>