Tutela ambientale, la Regione approva la convenzione per l’utilizzo dei Carabinieri forestali

PERUGIA  –  In dirittura di arrivo il rinnovo della convenzione tra Regione Umbria e Ministero delle politiche agricole che stabilisce, nell’ambito delle materie di competenza regionale, i compiti assegnati al Comando regione carabinieri forestale Umbria.

Lo schema di convenzione, approvato dalla Giunta regionale dell’Umbria su proposta dell’assessore alle foreste  Fernanda Cecchini, ha una  durata triennale, per il periodo 2019-2021,  e prevede tra i principali compiti affidati al Comando regionale dei carabinieri forestali quello di integrare il sistema di prevenzione contro gli incendi boschivi, compreso il rilievo delle aree percorse dal fuoco a seguito dello specifico accordo di programma tra Regione e Ministero sulle attività di prevenzione.

“La Regione – dichiara l’assessore Fernanda Cecchini – intende continuare ad avvalersi della collaborazione del Comando regione carabinieri forestale, in virtù dei proficui risultati conseguiti nel tempo. Il Corpo Forestale, ora confluito nell’Arma dei Carabinieri, rappresenta storicamente una risorsa fondamentale a sevizio della collettività per la difesa del patrimonio ambientale del territorio del Belpaese”. Al  Comando  regione carabinieri forestale spetterà inoltre di svolgere  le funzioni di vigilanza e controllo in materia di tutela delle risorse forestali e di attività venatoria, di pesca sportiva e pesca professionale, ai sensi della normativa nazionale e regionale,  e di collaborare con la Regione per intensificare l’attività di sorveglianza e controllo a tutela della fauna selvatica.

Un ulteriore ruolo verrà svolto per le attività di sorveglianza delle aree naturali protette regionali, e per il rilievo dei dati delle informazioni per le statistiche forestali nazionali ISTAT.

Dovrà poi provvedere ad effettuare con cadenza almeno annuale controlli presso i vivai e le aziende autorizzate al fine di verificare il rispetto delle norme relative al materiale forestale da utilizzare per imboschimenti o rimboschimenti, impianti di arboricoltura da legno, impianti di tartuficoltura o fasce alberate ed interventi di recupero e ripristino ambientale; collaborerà infine alle attività di competenza regionale relative all’elenco degli alberi monumentali presenti in Umbria. La convenzione andrà così a consolidare il rapporto di collaborazione tra la regione e i carabinieri forestali che tende alla realizzazione di sempre maggiori sinergie nell’ambito di una materia delicata quale quella della sicurezza ambientale e della tutela paesaggistica.

“Nelle prossime settimane  – ha annunciato l’assessore Cecchini – si procederà alla firma della Convenzione“.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail