Canottaggio, Matteo Mulas manca di poco la doppietta: a Plovdiv è d’argento

Ci è mancato davvero poco. Matteo Mulas, a bordo dell’equipaggio composto da Catello Amarante, Paolo Di Girolamo e Andrea Micheletti, non è riuscito a bissare il successo di Glasgow, piazzandosi comunque secondo e conquistando dunque la medaglia d’argento ai campionati del mondo di canottaggio in corso di svolgimento a Plovdiv, in Bulgaria. A vincere il titolo del quattro di coppia pesi leggeri è stata la Germania.

La gara Un ottimo risultato ma non privo di un certo rammarico per gli azzurri, che erano arrivati all’ultimo atto con il miglior tempo, che se mantenuto sarebbe valso il metallo più pregiato. Ma veniamo allo sviluppo della gara. A contendersi la medaglia ci sono, oltre naturalmente all’Italia, Germania, Irlanda, Turchia, Danimarca e Repubblica Ceca. Ottima la partenza del gruppo italiano sulle acque del Maritza River, che conduce le danze, ma a 1500 metri dalla fine vengono affiancati dall’equipaggio tedesco. A soli 300 metri dalla linea del traguardo gli azzurri hanno purtroppo un cedimento lasciando oltre un secondo ai diretti rivali non riuscendo più ad opporre resistenza. Davvero un gran peccato.

I tempi La Germania è campione del mondo chiudendo in 5’51.210 (Agne, Roeger, Roller e Moos gli autori del blitz finale), mentre gli azzurri, che schieravano tra le proprie fila l’alfiere del Circolo Lavoratori Terni, totalizzano il tempo di 5’52.850, riuscendo a tenere dietro la Turchia nonostante il già descritto calo nelle battute conclusive (5’53.950).

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta