Ternana, Carbone: “Condizione di alcuni da valutare. Il derby ci ha segnato…”

Anche in casa Ternana si cerca di archiviare il prima possibile la triste parentesi del derby e di pensare al Bari. Mister Benito Carbone, nella conferenza che precede la rifinitura in notturna, ammette che l’obbiettivo sarà tutt’altro che facile: “La partita di sabato ci ha segnato parecchio e qualche giorno in più di recupero ci sarebbe servito. Non è stato facile liberare la mente ma dobbiamo farlo e pensare a domani. Se ancora sentiamo la fatica? Il campo era pesante e quando i ragazzi volevano scappare affondavano. In quegli ultimi minuti abbiamo dimostrato unione e capacità di soffrire e questo è un bene”. Per il tecnico non si prospetta una serata di scelte facili: “Devo valutare le condizioni di Falletti, Germoni e Avenatti, ma anche Bacinovic, ad esempio, e altri che sono stanchi. Ho il dovere di mettere  mettere in campo giocatori che mi facciano vincere la partita, perchè abbiamo la possibilità di fare un salto enorme in avanti in classifica, che sarebbe fondamentale. Devo parlare coi giocatori e coi dottori, sperando naturalmente di poter recuperare e utilizzare tutti. Io sono sempre dell’idea che bisogna cambiare il meno possibile, ma non posso schierare giocatori stanchi, che poi mi vanno in difficoltà. Noi stiamo lavorando bene e questo è anche merito del mio staff, che mi supporta sempre e lo ringrazio. Detto questo c’è gente che non ha mai giocato 90 minuti e non regge i ritmi altissimi di queste ultime partite, anche di testa e per questo un giocatore fondamentale come Defendi va valutato”. Tre giocatori sono totalmente indisponibili: “Si tratta di Coppola, Della Giovanna e Dugandzic. Quest’ultimo è voluto restare nonostante fosse richiesto per mostrare le sue qualità qui e questo è davvero un fatto positivo”. Al Liberati arriva il Bari. Lo spauracchio è un ex, vale a dire il centravanti Maniero: “Quattro partite quattro gol che hanno consentito ai pugliesi di fare sette punti. Affrontiamo una squadra tosta fisicamente e che difende molto bene, sarà una partita piuttosto difficile. Non contano nel calcio i se e i ma, dobbiamo cercare di vincere con i giocatori che ho a disposizione.  Se c’è da fare un sacrificio in più dobbiamo farlo e basta. Non si può pensare di gestire le  forze prima di scendere in campo, dobbiamo partire al loro stesso livello, anche perchè non sappiamo come giocheranno loro. Dobbiamo migliorare tantissimo sulla gestione della palla e ci stiamo lavorando intensamente perchè dobbiamo metterci in testa che le cose belle ce le dobbiamo meritare e nessuno ce le regalerà”. Per concludere, il mister rossoverde si dice assolutamente favorevole a disputare un derby benefico per aiutare la famiglia del tifoso perugino scomparso: “Per quanto ho visto, credo proprio sia possibile. E noi saremmo disposti a giocarlo”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>